Tutto quello che devi sapere sulla SEO

Consulente SEO, Webmaster, programmatore strano, “posizionatore seo” ( giuro che una voltal’ho sentito ) Esperto SEO, Stregone con la magia nera..sono diversi i nomi con i quali questa figura mitologica viene chiamata. Pertanto la professione di questa figura non è chiara, non si sa quali siano le sue competenze e come faccia a posizionare i siti web sui motori di ricerca. Cercherò di spiegarvi come fa qui sotto 😉

seo specialist
SEO? Che cos’è?

La SEO ( chiamata anche ottimizzazione dei motori di ricerca ) consiste nel posizionare un sito web sui motori di ricerca per una o più parole chiavi. Più il sito si trova in alto, più saranno gli utenti che lo visualizzeranno quando fanno una ricerca, questa fase si chiama, acquisizione di traffico organico. Si tratta di una strategia di webmarketing utilizzata in modo costante che se comparata al traffico a pagamento che ti possono portare Facebook o Adwords, è molto più efficace. Per poter posizionare un sito sui motori di ricerca è importante rispettare le linee guida di google proponendo un contenuto di valore per gli utenti e che sia user friendly.

La missione del Consulente SEO

Quando un Webmaster o un’agenzia vuole migliorare la propria strategia di posizionamento organico, può contattare un consulente seo Gli algoritmi di Google sono talmente complessi che affidarsi a qualcuno del settore è obbligatorio. L’algoritmo di Google è in continua evoluzione e così anche il web, per questo motivo è importante che una strategia di posizionamento sia sempre aggiornata

L’obiettivo principale di un SEO è quello di far salire i siti web sui motori di ricerca. 

Le competenze del consulente SEO

Per fare il proprio lavoro il consulente SEO dovrà effettuare le seguenti task

  • Ottimizzazione della struttura del sito web. O dal concepimento o dopo un audit tecnico (in questo caso è prevista una riprogettazione). Ottimizzerà le categorie del sito, i tempi di caricamento della pagina, la compatibilità mobile, i metatag, i link interni, ecc.
  • L’ottimizzazione del contenuto del sito Web dopo un’analisi approfondita delle parole chiave pertinenti. Ad esempio ottimizzerà il contenuto delle pagine, ma controllerà anche una strategia di contenuto tramite l’utilizzo di un blog. Naturalmente in questa area il consulente SEO lavora con il team di marketing dell’azienda.
  • La Linkbuilding anche chiamata acquisizione di link. Creare buoni backlink è senza dubbio il compito più complicato del consulente SEO. Questi link sono essenziali per posizionare un sito Web. Infatti, Google determina la reputazione di un sito attraverso di loro. Un buon consulente SEO cercherà la qualità piuttosto che la quantità. Tuttavia si nota che la quantità rimane un fattore importante. Il costo dell’acquisizione di Backlink è piuttosto alto, per questo abbiamo visto nascere tecniche conosciute come “Black Hat”.
  • Analisi dei segnali dell’utente e del loro comportamento sul sito. Stiamo parlando della frequenza di rimbalzo, della durata delle sessioni, delle pagine di entrata, delle pagine di rilascio, ecc. Quest’ultima leva è molto importante. Il consulente SEO farà in modo che l’utente rimanga il più a lungo possibile sul sito, trovi le risposte e finisca per contattare l’azienda (demo, contatto, chat, ecc.).

Capirai che le missioni del consulente SEO sono tecniche e varie. Tuttavia, il consulente SEO può anche semplicemente eseguire un audit SEO e fornire raccomandazioni. Nel caso in cui egli debba applicare queste raccomandazioni, può posizionarsi come pilota di progetto e subappaltare determinati compiti.

Strumenti di consulenza SEO

Per raggiungere le diverse missioni, il consulente SEO di solito utilizza diversi strumenti.

    • Strumenti di analisi delle parole chiave: AdWords Keyword Planner, Semrush, ecc. Questi strumenti forniscono supporto decisionale al consulente SEO.
    • Strumenti di controllo tecnico SEO: RM Tech, Semrush, ecc. Questi strumenti consentono di rilevare rapidamente tutti gli errori tecnici SEO di un sito web. Gli errori tecnici possono avere un serio impatto sul posizionamento organico di un sito web. In effetti, questo può bloccare la loro indicizzazione e il posizionamento nei risultati di ricerca.
    • Position Tracker: Jloo, Search Console, Yooda Insight, Semrush, ecc. Il consulente SEO deve giustificare il suo lavoro. Ha bisogno di uno strumento per seguire l’evoluzione del suo lavoro SEO sulle pagine che ottimizza nella classifica dei risultati di ricerca.
    • Strumento di analisi: in particolare Google Analytics. Il consulente SEO deve seguire l’evoluzione del traffico dei siti Web che ottimizza e analizzare il comportamento degli utenti di Internet.
    • Strumento di analisi backlink: Ahrefs, Semrush, ecc. Il consulente SEO deve sviluppare il Netlinking dei siti Web che ottimizza. Pertanto, deve verificare quando un backlink viene cancellato, o analizzare il Netlinking di un concorrente per provare ad acquisire gli stessi backlink. Questo tipo di strumento può essere utilizzato anche per sfruttare collegamenti interrotti di domini scaduti.

Il consulente SEO utilizza ovviamente altri strumenti, ma nel complesso abbiamo visto qui i principali.

L’alba del consulente SEO

esperto seo

L’algoritmo di Google cambia costantemente ogni giorno. Oggi con il Machine Learning in alcuni algoritmi e il motore di ricerca di Google è sempre più intelligente (parliamo di intelligenza artificiale). Il consulente SEO deve quindi sapersi adattare ai cambiamenti.

Quanto costa un consulente SEO?

Un consulente SEO può essere un dipendente di una società, un professionista libero (freelance, imprenditore, ecc.) O lavorare per un’agenzia di comunicazione. Il suo prezzo differisce in base a diversi criteri: la sua esperienza e le sue abilità (successi e successi passati). C’è poca importanza nella laurea in riferimento naturale perché la formazione delle scuole di marketing non è abbastanza sviluppata su questo argomento.

Tuttavia, bisogna capire che la SEO può portare molto a un’azienda. Il consulente SEO offre la sua esperienza, abilità e strumenti ai suoi clienti. I suoi prezzi sono quindi generalmente piuttosto alti ma il ROI è spesso molto interessante per le aziende.