Genzano. Lividi, morsi: grave bimba di 2 anni picchiata dal patrigno

Il compagno della giovane donna avrebbe perso la testa perché la bambina piangeva mentre la madre era assente da casa. Quindi si è accanito con la piccola. Lividi, morsi e contusioni. La bimba di due anni e mezzo è stata picchiata dal compagno della madre.

La coppia vive in un appartamento a Genzano vicino la tangenziale. La madre ha portato la bambina al pronto soccorso del Nuovo Ospedale dei Castelli Romani. Da lì è stata trasferita al Bambino Gesù di Roma in codice rosso. La madre è stata interrogata dagli agenti del commissariato di Genzano, allertato dall’ospedale.

Il patrigno violento, un italiano di 24 anni, è stato arrestato per tentato omicidio. La piccola, che ha riportato un ematoma cerebrale ed è stata trasferita al Bambin Gesù, ma non sarebbe in pericolo di vita. La madre di 23 anni è arrivata al pronto soccorso di Genzano intorno alle 21.30, con la piccola in braccio. Verso la mezzanotte, è stato deciso il trasferimento nell’ospedale della Capitale.