Maria Giovanna Ferrante dalla scrittura al set come Mary Rider

L’arte si manifesta in diverse sfumature, dalla scrittura alla pittura, dalla musica al cinema. A fare parlare di sé Maria Giovanna Ferrante. Prima giornalista navigata oggi attrice porno. Laureata in letteratura moderna comparata, la Ferrante è passata dalla stampa locale fino all’Ansa. Poi la scelta di cambiare vita inserendosi in uno dei settori più in fermento, quello dei film a luci rosse.

La giornalista ha iniziato con suo marito a girare film hard indossando delle maschere. Oggi è diventata Mary Rider, nome scelto per il suo grande amore per le moto. Una scelta radicale che però è in linea con le tendenze di tantissimi romani ed italiani che sono assidui frequentatori di siti come italianoxxx.com.

Pornostar e produttrice di film hard

Maria Giovanna Ferrante, in arte Mary Rider, ha raccontato la sua nuova vita ai colleghi di diverse testate come Radio Cusano Campus. “La mia decisione di passare dalla professione di giornalista a quella di porno attrice è stata molto riflettuta e non repentina” ha spiegato. “Ho pensato molto alle conseguenze di questa mia scelta perché ti cambia totalmente la vita soprattutto in Italia. Per fare la pornostar bisogna essere predisposti, infatti io sono molto esibizionista e mi sono accorta che mi piace essere guardata mentre faccio sesso”.

Mary spiega quali sono le attitudini di chi lavora nel settore. “Occorre anche una grande fiducia in se stessi, bisogna piacersi e stare bene con il proprio corpo. Ho iniziato a volermi più bene, a fare attività fisica e modellare il mio fisico e questa è stata già una grande conquista”.

Scelte che hanno influito anche sui rapporti con i propri parenti. “I miei familiari non l’hanno presa benissimo anche perché qui in Italia l’industria del porno è spesso confusa con la prostituzione. Loro pensavano facessi la prostituta quando in realtà è un lavoro totalmente diverso. Ma si sa, qui nel nostro Paese ancora dobbiamo sdoganare il porno. Da una parte c’è gente che è d’accordo con me e che magari fruisce anche dei film hard, dall’altra ci sono quelli che pensano che io sia una prostituta e che debba andarmi a far curare perché pensano io non stia bene con me stessa, sbagliandosi alla grande però”.

Una giornalista pornostar

“E’ bellissimo essere una giornalista pornostar” ammette la Ferrante che annuncia di avere ripreso da poco a “scrivere per un blog e faccio anche l’opinionista per una trasmissione locale. Se sei giornalista, lo rimani per sempre”. Maria Giovanna Ferrante ha raccontato la sua storia anche a “#CR4 – La Repubblica delle Donne” in onda su Rete 4.

“Ho molto rispetto per il giornalismo. Credo che sia una professione fondamentale in un Paese libero e democratico, ma ho preso questa strada e non me ne pento di certo, anche se alla mia famiglia questa decisione non è piaciuta affatto”.