Per la Lazio due partite in cui si decide la stagione

Non può sbagliare la Lazio nelle due partite in cui si decide la stagione. La squadra allenata da mister Inzaghi ospita il Sassuolo allo stadio Olimpico nel posticipo domenicale delle ore 18:00, con la speranza di tornare a vincere dopo lo stop di Ferrara. Sarà un momento decisivo per la stagione biancoceleste. Il mese di aprile saprà dare moltie indicazioni sulla squadra.

Prima la gara contro i neroverdi, che sono ormai lontani dalla zona rossa e non hanno moltissime pretese. Poi la sfida contro il Milan, uno scontro diretto in chiave Champions League. A completare Udinese, Chievo e Samp. Il 24 aprile ci sarà il ritorno della semifinale di Coppa Italia, ancora contro i rossoneri. Mese importante e gara da non sottovalutare. Tra diffidati e motivazioni il mister deve fare molta attenzione.

Inzaghi deve cancellare la sconfitta contro la SPAL e ripartire. Serve mandare un segnale forte a tutte le dirette concorrenti. La squadra vuole e deve trovare la vittoria anche in vista della sfida contro il Milan, senza dimenticare il recupero contro l’Udinese. Una vittoria domani potrebbe dare la giusta carica in vista degli impegni futuri. Gara da considerare anche dal punto di vista disciplinare, visto che ci sono ben sette diffidati. Ci sarà turnover, ma senza esagerare. In porta confermato Strakosha, in difesa Bastos, Luiz Felipe e Acerbi sono quasi sicuri di scendere in campo dal primo minuto. Dubbi in mediana, ma alla fine Milinkovic-Savic e Luis Alberto sono i più accreditati per andare a supporto di Leiva. Marusic e Lulic sulle corsie esterne, con Immobile prima punta. Ballottaggio Caicedo-Correa in attacco, ma al momento l’ex Samp potrebbe partire dalla panchina.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile. A disposizione: Proto, Guerrieri, Wallace, Patric, Durmisi, Romulo, Parolo, Cataldi, Badelj, Berisha, Correa.
Allenatore: Simone Inzaghi.  Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Demiral, Ferrari, Rogerio; Duncan, Sensi, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga. A disposizione: Pegolo, Lemos, Peluso, Magnani, Magnanelli, Bourabia, Babacar, Odgaard, Scamacca, Di Francesco, Matri, Brignola. Allenatore: Roberto De Zerbi.