5 Marzo 2024
Cultura e SocietàSport

Lazio-Sassuolo 2-2: occasione sprecata per Inzaghi

Occasione sciupata per la squadra di Inzaghi che pareggia 2-2 con il Sassuolo all’Olimpico. La Lazio cercava i tre punti per rilanciare la sua corsa Champions dopo la sconfitta contro la Spal, ma raggiunge il pari solo al 50’ del secondo tempo. Lulic agguanta un punto prezioso dopo che gli emiliani avevano ribaltato con i gol di Rogerio e Berardi il risultato sbloccato da un rigore di Immobile. Lazio in difficoltà nel concretizzare il suo gioco contro un Sassuolo preciso e determinato. Un’altra occasione sfuggita ai biancocelesti per guardare in alto.

Prima della partita applausi dell’Olimpico per il ritorno di Juan Sebastian Veron, campione d’Italia con la Lazio nel 2000. L’argentino ha ricevuto una maglia biancoceleste dal presidente Lotito e poi l’abbraccio dei tifosi sotto la Curva Nord con un suo discorso di saluto.

Si va all’intervallo sullo 0-0. In avvio di ripresa, la partita si accende. Al 4’, su un mani di Locatelli dopo un cross di Patric Abisso indica il rigore e poi conferma la sua decisione passando dalla Var. Trascorrono quattro minuti prima del tiro di Immobile dal dischetto. All’8’, il bomber porta il vantaggio la Lazio con il suo quattordicesimo gol in campionato. Ma il Sassuolo reagisce con rabbia e al 12’ pareggia con un tocco di Rogerio sotto porta su pallone smistato da Lirola. Primo gol in A per il brasiliano. Al 18’ Correa sostituisce Caicedo. L’argentino si produce subito gol al tiro: para Consigli. Che è pronto a opporsi anche a Immobile, sbucato davanti alla porta.

Al 21’, prima sostituzione nel Sassuolo: Magnanelli rileva Locatelli. Tre minuti dopo, Milinkovic dà il cambio a Parolo. Sorvola la traversa una punizione di Correa. Al 28’, stop di Matri: entra Berardi. Al 32’ Immobile sciupa incredibilmente davanti a Consigli, ma è in fuorigioco. Viene ammonito Lulic: era diffidato, salterà la trasferta col Milan. Al 34’ Inzaghi fa entrare Leiva (out Badelj). Prodezza di Consigli su un colpo di testa angolato di Milinkovic. Al 38’ esce Duncan per far posto a Bourabia. Al 44’ Il Sassuolo inventa la ripartenza vincente: da Sensi per Berardi che fulmina Strakosha in uscita e sigla il 2-1. Settimo gol in carriera per l’attaccante alla Lazio. Doccia gelata per la squadra di Inzaghi. Che però non si arrende e al 50’, nel penultimo minuto di recupero, pareggia con un tocco sotto porta di Lulic sui assist di Immobile. Ma non è ancora finita. C’è spazio per un ultimo assalto della Lazio, che protesta per un atterramento in area di Immobile da parte di Demiral.