Diamanti per battesimo: la scelta di cuore dei romani

Un diamante per il battesimo è un regalo molto sofisticato, che si allontana un po’ dal solco della tradizione, e che diventa sempre più di moda a Roma. Normalmente in questa circostanza vengono regalate collane e braccialetti d’oro, molto spesso con un piccolo crocifisso a ricordare la natura religiosa di questo rito; pur trattandosi di uno dei sacramenti previsti dal rito cattolico e cristiano in generale, il battesimo sta diventando sempre più laico nei fatti. Soprattutto per gli amici del neonato, che si trovano alle prese con la scelta dei regali prima della cerimonia.

Se ti trovi in questa situazione, dovresti valutare l’ipotesi di regalare un diamante. Questa pietra preziosa non è tradizionalmente data in dono al battesimo, ma lo sta diventando sempre di più. I diamanti per il battesimo sono un regalo che va oltre il solo valore economico e persino oltre il significato religioso; a questi, infatti, sono attribuibili dei significati nobili che mettono chi lo regala in diretta relazione con chi lo riceve. Abbiamo raccolto tutti i messaggi veicolati dal regalo di questa pietra preziosa ad un bambino, così da aiutarti a capire se questo possa essere il regalo giusto per te.

Ci sarò sempre

Per te ci sarò sempre” è il primo messaggio che possiamo leggere in un diamante regalato al battesimo, proprio perché questa pietra è storicamente associata al concetto di eternità e di indissolubilità di un vincolo. Se questo è vero per due persone che si sposano, lo è anche per un amico di famiglia che vuole promettere la sua presenza incondizionata ad un bambino che si prepara ad affrontare la vita.

Non dubitare di me

In molti casi la vita ci avvicina e ci allontana dalle persone, al punto che qualcuno che era presente nella nostra infanzia diventa un punto interrogativo. Abbiamo tutti quell’amico di famiglia, parente lontano o zio che vediamo poco ultimamente e con cui i contatti si sono fatti meno frequenti. Anche a noi può capitare, di fronte ad un bambino appena nato, di chiederci se potrà contare su di noi quando sarà cresciuto e la vita ci avrà portato magari ad allontanarci dai suoi genitori. Il regalo di un diamante al battesimo vuol dire molto, da questo punto di vista: significa impegnarsi ad essere sempre disponibili per quella persona, anche quando sarà cresciuta, significa creare un filo diretto tra noi e lei indipendentemente da quello che succederà e dal mutare del contesto.

Il mio affetto è puro e sincero

Tante volte capita di dubitare che una persona ci stia vicina soltanto per opportunismo, senza una sincerità di base su cui sia costruito il nostro rapporto con lei. Questo si riflette purtroppo anche sui figli, che molto spesso diventano persone a cui voler bene “di riflesso” per ingraziarsi qualcuno. Il diamante è il simbolo della purezza e della sincerità, e si dice che questo sia anche il simbolo di un affetto in grado di riempire il vuoto e la tristezza che qualche volta la vita ci riserva. Regalando un diamante al battesimo si confessa un affetto puro e sincero, e ci si pone nei confronti del battesimato come delle persone che nella sua vita lo aiuteranno a superare i momenti difficili.

Questi tre significati, tutti e tre molto forti e nobili, sono i primi da leggere nel regalo di un diamante al battesimo. Leggendoli avrai probabilmente capito perché stiano diventando via via più popolari come dono da fare in questa occasione, oltre che per l’originalità del gesto che si sposa comunque con la tradizione del regalare un oggetto prezioso in alcune circostanze.