Ranieri resta a secco: la Roma dice addio ai sogni di Champions

Da quando Ranieri siede sulla panchina giallorossa resta a secco. Fino a ieri la sua Roma, in dieci gare, aveva sempre trovato il gol. Questa volta invece non ci riesce, un po’ per sfortuna (due pali e un gol annullato per fuorigioco) e un po’ perché ha iniziato a spingere troppo tardi, giocando a ritmi blandi per quasi un’ora. Con questo 0-0 i giallorossi salutano la Champions, anche se la matematica lascia ancora un minimo raggio di luce. Per il Sassuolo un pari che fa morale e anche classifica, conservando il decimo posto. La squadra di De Zerbi, tra l’altro, alla fine sembrava davvero non averne più. Finisce con il Sassuolo che difende il decimo posto e la Roma che dice addio ai sogni di Champions.

A questo punto serve davvero un miracolo

Il pareggio di Reggio Emilia infatti cancella le speranze della Roma di agganciare la qualificazione alla Champions. La squadra di Ranieri anche battendo il Parma nell’ultima giornata, può arrivare al massimo a 66 punti dove già si trova l’Inter e dove già oggi potrebbe salire l’Atalanta se facesse punti a Torino contro la Juve.

I nerazzurri di Gasperini in caso di arrivo alla pari con la Roma arriverebbero davanti per effetto di una miglior differenza reti generale, secondo criterio da valutare dopo la parità assoluta nei confronti diretti (due pareggi per 3-3). Per la formazione giallorossa sfuma così uno degli obiettivi stagionali.

In ottica Europa League il pareggio della Roma rende incandescente la corsa, aumentando le speranze del Torino. Battendo oggi l’Empoli, i granata infatti aggancerebbero i giallorossi con i quali, però, sono in svantaggio nel doppio confronto diretto (due sconfitte). Per superare la Roma e agganciare il sesto posto, l’ultimo che qualifica all’Europa, i granata devono quindi vincere oggi a Empoli, e sperare di fare più punti dei rivali nell’ultimo turno che prevede in calendario Torino-Lazio e Roma-Parma. In caso di arrivo a quota 66 tra Milan, Roma e Torino, invece, in Europa League (con la Lazio) andrebbero per la classifica avulsa rossoneri e giallorossi.