22 Maggio 2024
Cultura e Società

È morta Valeria Valeri: non aveva mai smesso di lavorare

Lutto nel mondo dello spettacolo. A 97 anni è morta Valeria Valeri, una vita sul palcoscenico da quando aveva debuttato poco più che ventenne fino a qualche stagione fa. L’attrice nata a Roma il l’8 dicembre 1921 come Valeria Tulli, non aveva mai smesso di lavorare. La notizia è stata data dalla figlia Chiara Salerno, avuta dall’attore Enrico Maria Salerno.

Ha calcato le scene dei teatri di tutta Italia, iniziando con Gino Cervi e Andreina Pagnani, poi entrando a far parte della Compagnia del Teatro Stabile di Genova, recitando testi di Giraudoux, Cechov, Dostoevskij. Tanti i sodalizi celebri con Alberto Lupo nel ’63-’64 e soprattutto tra la fine degli anni ’60 e i primi anni ’70 con Alberto Lionello con cui recita in tante commedie brillanti. È stata in teatro in coppia con Gino Bramieri e negli anni ’80 con Paolo Ferrari. All’inizio degli anni Sessanta l’incontro con Enrico Maria Salerno che darà una proficua collaborazione artista e una figlia. Con lui partecipò anche serie televisiva La famiglia Benvenuti. Alla tv tornerà periodicamente, è la mamma di Gianburrasca nella serie con Rita Pavone, firmata da Lina Wertmueller, è in Disperatamente Giulia dal romanzo di Sveva Casati Modignani, diretto da Salerno, poi la serie Compagni di scuola fino alla partecipazione a Un medico in famiglia, il suo ultimo impegno accanto a Camillo Milli, Lino Banfi e Milena Vukotic.

Alla carriera teatrale e televisiva affianca qualche partecipazione cinematografica, mentre molto importante è la sua carriera di doppiatrice. Ha prestato la sua voce a Julie Andrew, Natalie Wood, Anne Bancroft. I funerali si svolgeranno domani, 12 giugno, alle ore 11,30 alla Chiesa degli Artisti di Roma in Piazza del Popolo.