5 Marzo 2024
Istituzioni e Politica

Giovanni Toti riempie il Teatro Brancaccio: messaggio agli azzurri

Giovanni Toti ha riempito il Teatro Brancaccio per la convention “L’Italia in crescita”. Il Governatore della Liguria, coordinatore di Forza Italia insieme a Mara Carfagna, è sceso nella Capitale per lanciare la propria sfida per la leadership e il rinnovamento del partito.

Un messaggio chiaro all’indirizzo di Silvio Berlusconi. “Siamo qui perché in questi anni c’è stato un declino del nostro mondo senza nessuno che vi ponesse rimedio e nemmeno lo dicesse. Non abbiamo saputo cogliere i cambiamenti nel Paese intorno a noi, leggere la realtà. Altri hanno intercettato il desiderio di cambiamento, noi abbiamo sicuramente fatto degli errori”.

“Gran parte della nostra classe dirigente o non se n’era accorta o ha fatto finta di niente. Siamo passati in dieci anni dal 40% – denuncia – al 6% e c’è ancora qualcuno che dice ‘Beh, poteva andare peggio’. Se siamo qui oggi, significa che ci rendiamo conto che non si può andare avanti così”.

“Noi siamo quelli che vogliono dare delle risposte ai cittadini che hanno visto cambiare lo scenario sempre in peggio” ha aggiunto. “Ma noi questo cambiamento non lo dobbiamo interpretare come un partito radical chic ma come un grande movimento di popolo. Nel ’94, grazie a Berlusconi, è stata costruita una nuova era politica: la seconda repubblica. Quello che io chiedo a tutti, Berlusconi compreso, è di consentirci di creare una terza repubblica, quella che verrà domani. Negli ultimi anni abbiamo smesso di frequentare il popolo e dobbiamo tornare ad essere un grande partito del popolo, non ad indignarci da bordo piscina di un villaggio vacanze della Costa Smeralda”.