Il trading di criptovalute: come funziona?

Funziona il trading finanziario? La risposta per alcuni romani è affermativa, per altri meno. A verificare però le statistiche giornaliere delle negoziazioni che partono da Roma e provincia fare trading è un’attività largamente diffusa. Ma come funziona in particolare il mondo delle criptovalute? Innanzitutto partiamo da cosa sono. Si tratta di valute digitali che usano la crittografia per mettere in sicurezza le transazioni. La caratteristica principale è di essere decentralizzate. Ciò ha contribuito al loro successo e alla conseguente diffusione. Non sono pertanto controllate da nessun ente di sorveglianza. Invece sono piuttosto sicure e proteggono la privacy degli utenti e delle transazioni.

Criptovalute: come fare trading

Per i trader che si avvicinano al Trading di Criptovalute può essere vantaggioso scaricare gratis le numerose guide al trading online messe a disposizione dai più importanti broker finanziari. Così è possibile imparare quali sono i principi su cui si fondano le operazioni dei trader.

In alternativa è possibile apprendere di più a livello pratico iniziando ad operare su piattaforme come it.thebitcoinscode.com aprendo un conto ed iniziando quindi a sperimentare direttamente, preferibilmente in modo graduale e seguendo una strategia che tenga conto dei possibili rischi.

Seguire un mercato come quello delle Crypto non è mai semplice. Le criptovalute si attengono sulla crittografia per autorizzare il massimo delle transazioni. Con le criptovalute è anche possibile inviare e ricevere pagamenti mediante un sistema decentralizzato, ma con la sicurezza di un sistema centralizzato. Ciò avviene mediante il sistema Proof of Work, dove è possibile inviare e ricevere pagamenti senza il controllo di nessun ente.

Molti trader con le criptovalute fanno degli ottimi investimenti, possono far arrivare a guadagnare somme interessanti, procurano una buona entrata economica. La prudenza è sempre d’obbligo. Per non andare incontro a delusioni, i trader più esperti consigliano di investire solo il quantitativo che ci si potrà permettere nel caso si dovesse andare incontro a perdite. Pertanto è utile seguire le regole del Money Management cioè mettere in pratica criteri scientifici e ragionati per usare il proprio denaro nel modo migliore possibile in base a delle informazioni disponibili nel momento in cui si dovranno prendere delle decisioni di investimento.

Bisognerà cercare di ottimizzare il rendimento calcolato sul rischio e il profitto sul capitale disponibile. Sarà bene poi analizzare in modo scrupoloso anche il mercato di riferimento. Fare Trading con le criptovalute significa pronosticare se sarà il caso di comprare basso o di vendere alto. E’ anche possibile vendere allo scoperto, potendo di conseguenza investire anche sul ribasso delle criptovalute. Il Bitcoin e tutte le altre criptovalute sono presenti in un mercato finanziaro altamente volatile. E’ possibile fare trading 24 ore su 24, tutti i giorni della settimana.

Bitcoin Code: come funziona

La piattaforma è basata su una tecnologia all’avanguardia per offrire prestazioni accurate. L’applicazione individua le opportunità di trading che possono risultare profittevoli nei mercati delle cripto-finanze e negozia in automatico. In più il software Bitcoin Code analizza e quindi anticipa le tendenze di mercato. Il sistema è automatico. Chiaramente si può operare manualmente e bisogna settare i parametri entro i quali investire.

Per iniziare è sufficiente compilare il modulo di registrazione iscrivendosi a Bitcoin Code. A quel punto si può richiedere e sperimentare gratuitamente il software proprietario per investire in Bitcoin. Come per ogni investimento, c’è bisogno di un capitale iniziale per iniziare a guadagnare con il software. Il deposito minimo richiesto è di 250 €, somme che vengono impiegate per le negoziazioni. Impostando sulla modalità auto-trade è possibile testare le performance dell’algoritmo. In alternativa si può effettuare il settaggio del sistema su manuale se si preferisce eseguire personalmente gli scambi. Essendo piattaforme gratuite e non vincolanti è comune che i trader facciano diversi test per verificare personalmente qual’è la resa effettiva.