Roma anno scolastico 2019-2020: dove e come risparmiare sull’acquisto dei libri

Roma anno scolastico 2019-2020. Un bel salasso per migliaia di famiglie. Alla vigilia dell’acquisto dei libri di testo per la scuola media e superiore si cercano le soluzioni per risparmiare sull’acquisto dei libri. La prima scelta delle famiglie sono i mercatini dei libri usati dove poter vendere e/o acquistare ma anche soltanto scambiare i testi usati.

Da Libraccio è possibile acquistare (anche online) libri nuovi con il 15% di sconto, un risparmio che può arrivare al 40% se l’acquisto è su testi usati (libraccio.it). Naonik (naonik.it), invece, è un servizio disponibile in tutta Italia dedicato alla compravendita di libri di testo usati. A differenza degli altri servizi simili, consente agli studenti delle scuole superiori (o ai loro genitori) di cercare la classe della loro scuola e ottenere l’elenco di tutti gli annunci per i libri di testo che serviranno per il prossimo anno scolastico. Il servizio è gratuito, sia per chi acquista, sia per chi vende. L’inserimento di un annuncio per un libro usato richiede poco meno di 1 minuto.

Roma anno scolastico 2019-2020: le iniziative di Amazon e dei supermercati

Su Amazon c’è 15 e lode. Consente di acquistare i libri di testo con uno sconto del 15% ricevendo tutto il materiale a casa senza costi aggiuntivi. Andando su www.amazon.it/15elode si visualizza una cartina dell’Italia da dove si accede alle singole regioni, alle scuole pubbliche e private e da lì alle liste con i libri di testo adottati che si possono acquistare con un clic.

Anche Auchan, Pam e Conad sono entrate nel business dei libri di testo e del materiale scolastico in generale. Tra i banconi è possibile trovare o ordinare libri di testo scontati. Nella grande distribuzione gli sconti arrivano al 15% (ad esempio nei supermercati Conad e Leclerc) mentre sono del 20% da Panorama, dove lo sconto viene calcolato in buoni spesa. I risparmi possono essere più consistenti nelle librerie online come Libraccio che mettono in vendita anche testi usati. Alla Coop invece acquistando libri e corredo scolastico si accumulano punti da convertire in materiale informatico e didattico per il proprio istituto.