Avanti di tre reti all’intervallo, la squadra di Gasperini subisce il ritorno biancoceleste

Gara spettacolare tra Lazio e Atalanta. Le due big del campionato pareggiano 3-3 all’Olimpico in una gara incredibile e divisa a metà. Il primo tempo è un autentico spettacolo nerazzurro.

A segno vanno Muriel (due volte) e Papu Gomez, ma l’Atalanta crea tanto e la Lazio dopo una decina di minuti di equilibrio sparisce dal campo. I fischi copiosi dell’Olimpico al 45′ svegliano un poco i padroni di casa, insieme al doppio cambio di Inzaghi: fuori Marusic e Parolo, dentro Patric e Cataldi.

Nel secondo tempo è un’altra Lazio, Correa e Immobile vanno prima vicini al gol, poi in un minuto realizzano l’uno-due che ridà frizzantezza alla sfida. Prima Ciro su rigore, poi l’argentino con un gran tiro in diagonale. L’Atalanta si prende paura, Gollini dice di no a Luis Alberto e Correa. Anche Gosens e Malinovskyi vanno vicini al poker. E a 2′ dalla fine Strakosha prima e Luiz Felipe (due volte) poi salvano una serie di assalti nerazzurri. Nel recupero, la beffa. De Roon atterra Immobile, altro rigore e altra trasformazione di Ciro. Finisce 3-3. L’Atalanta fallisce così l’aggancio in vetta.