FederFauna Lazio per l’orso marsicano e le attività rurali del Cicolano

l'orso marsicanoFederFauna Lazio ha inoltrato richiesta di acquisizione di informazioni presso le Direzioni Regionali competenti, circa le attività previste dalla Rete Regionale di Monitoraggio PATOM (ai sensi della DGR 497/2007 e sm.i) per rilevare la presenza dell’orso bruno marsicano nelle zone periferiche all’areale di distribuzione nella regione Lazio. Lo si legge in una nota stampa.

FederFauna sostiene con forza che l’ipotesi di una graduale espansione dell’areale di tutela, in grado di assicurare il successo dei movimenti di dispersione e dei nuovi insediamenti, sia assolutamente imprudente, almeno fino a quando la presenza dell’orso non sia stata comprovata nei territori, in particolare nella Sub Area Comprensorio del Cicolano. FederFauna rimarca inoltre l’importanza di tutte le attività agro-zootecniche, umane e rurali tradizionali connesse agli animali presenti nel territorio Cicolano, che rappresentano un importante volano per lo sviluppo e l’occupazione del territorio, e devono percio’ essere coinvolte ed informate circa le attività di monitoraggio per scongiurare possibili effetti negativi delle misure di tutela e che questo non si rifletta nel territorio circostante abruzzese dell’avezzanese, carseolano.

Per questi ed altrettanti importanti motivi e’ necessaria una mirata politica di gestione che tenga conto sia della conservazione delle tipicita’ locali da una parte e dall’altra la tutela dell’orso marsicano.