Maschere di bellezza per il viso: consigli e idee

Tutte le donne hanno provato almeno una volta una maschera per il viso, ma non tutte sono riuscite a replicare i trattamenti con costanza e a trarne tutti i benefici possibili. Talvolta è la beauty routine a pagare le spese dei numerosi impegni quotidiani. Ora che si ha più tempo a disposizione vale la pena approfittarne per trovare nuovi spunti e consigli utili per sfruttare al meglio gli effetti positivi delle maschere per il viso.

Frequenza e metodo d’applicazione: alcune precisazioni

Uno dei fattori cruciali per ottenere il massimo risultato dalle maschere per il viso risiede nel tempo di posa e nella frequenza di applicazione. Partiamo chiarendo che ogni formulazione e tipo di pelle richiede degli accorgimenti distinti. Ci sono moltissime tipologie di prodotti che rispondono ad esigenze specifiche. Ad esempio la maschera idratante per il viso, come spiegato da Nivea, ha la funzione di nutrire in profondità la pelle a patto di applicarla nella maniera corretta.Il tempo medio di posa delle maschere è solitamente di circa 15 minuti, ma ce ne sono alcune che potrebbero richiedere anche qualche minuto in più. In linea di massima, lasciare agire un trattamento idratante un po’ più a lungo di quanto indicato nella confezione non rappresenta un problema, soprattutto se la pelle è molto secca. Le maschere idratanti spesso si possono utilizzare anche due volte alla settimana. La stessa cosa non si può dire delle maschere astringenti, depurative o esfolianti, che lasciate in posa più del dovuto rischiano di inaridire la pelle o irritarla, se è molto sensibile. Anche la loro frequenza di applicazione generalmente è minore, una volta ogni sette o quattordici giorni. Un consiglio che vale sempre è di applicare le mascheredopo la doccia, quando la pelle presenta i pori ben dilatati ed è quindi più ricettiva.

I diversi tipi di maschera: fai da te, notturne e monouso

Esistono maschere per il viso capaci di rispondere a ogni esigenza e a diverse capacità di spesa. Ci sono, ad esempio, le maschere fai da te che si preparano in casa con pochi e semplici ingredienti. Quelle a base di miele, per esempio, sono adatte ad ogni tipo di pelle: aggiungendo della panna si ottiene un’azione idratante, aggiungendo del bicarbonato un effetto astringente. Da sempre utilizzate dalle donne asiatiche, ecco le maschere notturne che potenziano la capacità della pelle di rigenerarsi nel sonno. Si applicano la sera dopo la pulizia del viso e si sciacquano la mattina per una pelle splendente. Le maschere monouso, infine, sono comode e immediate: emblema della cosmesi coreana, sono disponibili in cotone, idrogel e biocellulosa; l’aderenza alla pelle favorisce l’assorbimento dei principi attivi della maschera.

Le maschere scelte dalle star: prendiamo spunto

Anche il mondo dellecelebrities è stato contagiato dalla maschera-mania. Sui profili social non manca diva ritratta nel bel mezzo di un rituale di bellezza e il più gettonato del periodo è proprio quello delle maschere per il viso. Solo per fare alcuni esempi, multimasking con azione detox sulla zona T per Jessica Alba. Astringente agli estratti di argilla per Diane Kruger e purificante per pelli miste con imperfezioni per Drew Berrymore. Maschera monouso in bio cellulosa da tenere in posa circa 15 minuti per la modella ShaninamShaik. Una maschera al viso bianca e corposa per Bella Hadid, mentre la sorella Gigi ha optato per un trattamento di lusso: una maschera con foglia d’oro per il rinnovamento cellulare. Avete preso nota? Seguite i loro profili social e troverete tanti spunti utili per la vostra beauty routine.