Il fabbisogno di rame sempre più soddisfatto dal riciclo

Cresce sempre di più a Roma e in Italia il fabbisogno di rame. Questo metallo è veramente prezioso in quanto trova impiego in molteplici settori della vita moderna dall’edilizia all’automotive. Non è semplice acquistare rame tant’è che il fabbisogno di rame in Italia e in Europa è sempre più soddisfatto dal riciclo. Questo è possibile grazie alla riciclabilità in una catena di riemissione nel mercato garantita da professionisti come i compro rame Milano. Questo metallo non emette sostanze nocive per l’ambiente ed è totalmente riciclabile. In Italia, uno dei Paesi tecnologicamente più avanzati, è molto praticato il recupero dei prodotti contenenti rame al termine della loro vita utile. Tant’è che il rame è la materia prima di cui il Paese dispone di più, pur non avendo miniere. Questo mercato aiuta a diminuire la dipendenza dalle importazioni.

Inoltre l’elevato riciclo dei rottami fa si che il contributo del rame non contribuisca ad incrementare i rifiuti solidi e industriali. Soltanto una minima parte non viene recuperata, perlopiù composti chimici necessari per l’agricoltura. Quasi la metà del rame ad oggi impiegato in Europa proviene dal riciclo. Questa quota è in costante crescita dato che la disponibilità di rottami è connessa al consumo di 20-30 anni prima e questo è andato sempre incrementando.

Perché è possibile usare il rame riciclato? Perché conserva le medesime caratteristiche chimico-fisiche e tecnologiche del rame primario. Pertanto non subisce limitazioni di uso o diminuzione di valore. In aggiunta il riciclo fa risparmiare energia perché i processi di estrazione e di raffinazione sono scavalcati. Il medesimo ciclo di produzione del rame primario segue strade più sensibili ai problemi ecologici. Una quota sempre maggiore della produzione mondiale è realizzata mediante le biotecnologie. La separazione del metallo dagli inerti viene eseguita usando ceppi di flora batterica, che metabolizzano il rame contenuto nel minerale senza rilasciare emissioni industriali nell’atmosfera.

Il rame usto in Europa proviene dal riciclo per quasi il 50%. Il riciclo quindi è fondamentale per il fabbisogno di rame. Ciò comporta soltanto benefici perché risponde alla crescente domanda di metallo, diminuisce l’impatto ambientale legato alla produzione e allo sfruttamento delle risorse. E inoltre evita di accrescere il volume di rifiuti nelle discariche, incentiva il riciclo di altri materiali e assicura la sua disponibilità per le generazioni future. Questo settore quindi è destinato a crescere sia per la sua elevata redditività, sia per la crescente domanda, sia per l’impatto ambientale ridotto e gli effetti benefici per l’ambiente.