Scuole Aperte in estate, al via il progetto

È partito il progetto “Scuole Aperte” finanziato da Roma Capitale, per aprire a bambini e adolescenti le porte degli istituti comprensivi della città, con attività e laboratori, durante il periodo estivo.

L’obiettivo è contribuire con progetti educativi alla socialità, crescita e formazione di bambini e ragazzi, soprattutto dopo la fase di lockdown, e sostenere le famiglie.

Sono 14 le scuole che hanno aderito, distribuite in dieci Municipi, e già otto hanno dato il via alle attività a partire dal 15 giugno: Manin nel Municipio I, Fidenae e Piaget-Majorana nel III Municipio, M. Gandhi nel IV Municipio, Poggiali-Spizzichino e G. Messina nel VII Municipio e gli istituti L.go D. Buzzati e D. Bernardini nel IX Municipio. Ulteriori adesioni saranno possibili.

L’elenco degli istituti aderenti è sempre aggiornato e disponibile sul sito di Roma Capitale.

Il progetto è pensato dall’Amministrazione per far aprire le porte sia agli alunni degli istituti aderenti che a bambini e ragazzi del territorio, a discrezionalità delle scuole. L’iscrizione si effettua presso le singole scuole e le attività si svolgono nel pieno rispetto delle procedure di sicurezza sanitaria previste.

“Le attività per i bambini e i ragazzi sono una priorità. Vogliamo offrire ai nostri figli sempre più possibilità di riappropriarsi della socialità, in piena sicurezza, in spazi e modalità che siano anche uno stimolo educativo, e contribuire ad aiutare i genitori che lavorano. Dopo la fase di lockdown, il progetto ‘Scuole Aperte’ di quest’estate rappresenta dunque un doppio risultato. Non è stato facile attivarlo dopo l’emergenza e per questo ringrazio con ancora più calore tutti coloro che hanno reso possibile un risultato che è una risposta concreta alle esigenze dei cittadini”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Il lavoro per il nuovo anno educativo e scolastico prosegue senza sosta e l’avvio del progetto ‘Scuole Aperte’, subito dopo la fase di lockdown, è un importante segnale di ripartenza. Ringrazio il Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici e tutti gli istituti comprensivi che hanno aderito, offrendo a bambini e ragazzi una importante possibilità in più per trascorrere le prossime settimane insieme ai coetanei in contesti educativi sicuri. Un’azione, questa, che si aggiunge all’apertura dello speciale centro estivo dedicato all’arte e alla creatività nella nostra Casina di Raffaello e allo stanziamento di circa 6 milioni di euro a beneficio dei Municipi per aprire centri estivi in tutta la città. L’impegno non si ferma”, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.