Fino al 10 dicembre la Rhinoceros Gallery ospita la personale di Sultan bin Fahad

L’arte saudita approda nella Città Eterna. Appuntamento fino al 10 dicembre presso la Rhinoceros Gallery dove è ospitata Frequency, la prima personale dell’artista saudita, Sultan bin Fahad a Roma. La mostra è aperta al pubblico dal martedì alla domenica, dalle 11:00 alle 23:00, con prenotazione obbligatoria sul sito www.rhinocerosgallery.com.

“Mi piace pensare, tentare di astrarre e rappresentare il sentimento, le emozioni che ognuno di noi prova entrando in un luogo sacro, dove sia possibile esprimere le sensazioni e gli interrogativi del proprio vissuto”. L’ artista saudita Sultan bin Fahad spiega così il senso delle sei installazioni site specific esposte nelle sale di Rhinoceros, il luogo dell’arte di Alda Fendi progettato da Jean Nouvel nel cuore archeologico di Roma, tra il Campidoglio, il Palatino e il Circo Massimo. Per questa sua prima personale nella capitale dal titolo “Frequency”, Fahad racconta con il filtro della creatività i suoi viaggi in due luoghi sacri: la Mekka e Medina.

All’interno di Rhinoceros è possibile visitare una mostra d’arte, antica o contemporanea, e assistere ad una action, vedere un film o imbattersi in un’installazione, ma anche vivere immersi nell’arte, abitare nelle venticinque residenze, mangiare presso Entr’acte – Le Restau de la Galerie e accedere alle terrazze panoramiche con una vista unica al mondo, che va dalla classicità del Palatino, sede dei palazzi degli imperatori al Foro Boario, dove è nata Roma, sino alle preziose cupole del Barocco romano.

Nel 2018 nasce Rhinoceros, nuovo art hub voluto da Alda Fendi nel cuore di Roma. All’interno di Palazzo Rhinoceros gli spazi espositivi di Rhinoceros Gallery, sono svelati al pubblico seguendo particolari impronte lungo i sei piani del palazzo e culminano con un punto di ristoro e la visione dalle terrazze panoramiche.