15 Aprile 2024
Istituzioni e Politica

Le storiche stazioni quaresimali nelle chiese di Roma: il programma di Pasqua 2021

Con la Quaresima torna l’antico rito delle stationes cioè fermarsi, sostare prima di intraprendere il pellegrinaggio quotidiano in atteggiamento di lode e di preghiera. Secondo la tradizione, i fedeli di Roma si fermano in una delle diverse chiese del centro storico dove sono custodite le memorie dei martiri; qui viene celebrata la Messa, preceduta da una processione durante la quale vengono cantate le litanie dei santi. La prima delle stazioni quaresimali è stata il Mercoledì delle Ceneri, come di consueto con il Papa, vescovo della diocesi di Roma nella basilica di San Pietro.

Oggi giovedì 25 a Sant’Apollinare alle Terme neroniane-alessandrine alle 12.30; venerdì 26 a Santo Stefano Rotondo al Celio alle 17; sabato 27 a San Giovanni a Porta Latina alle 17.30. Il 28 marzo sarà la Domenica delle Palme e la “statio” sarà a San Giovanni in Laterano alle 17.30.

La Settimana Santa vedrà le stazioni lunedì 29 a Santa Prassede all’Esquilino alle 18; martedì 30 a Santa Prisca all’Aventino alle 18; mercoledì 31 a Santa Maria Maggiore alle 17.30. Il primo aprile, Giovedì in Coena Domini, a San Giovanni in Laterano alle 17.30; il 2, Venerdì in Passione Domini, a Santa Croce in Gerusalemme alle 15; sabato 3 a San Giovanni in Laterano alle 21; infine il 4 aprile, Domenica di Pasqua, a Santa Maria Maggiore alle 18.

La settimana successiva inizia il periodo pasquale, l’ultimo in cui si tengono le stazioni quaresimali. Lunedì 5 sosta a San Pietro in Vaticano alle 17; martedì 6 a San Paolo fuori le Mura alle 17; mercoledì 7 a San Lorenzo fuori le Mura alle 18.30; giovedì 8 ai Santi XII Apostoli al Foro Traiano alle 18.30; venerdì 9 a Santa Maria ad Martyres al Pantheon alle 17; sabato 10 a San Giovanni in Laterano alle 17.30; l’11 aprile, Domenica in Albis, a San Pancrazio alle 16.30.