L’Ajax è a Roma a caccia della rimonta ma Fonseca è un osso duro

L’Ajax è nella Capitale. Gli olandesi giovedì alle 21 affronteremo la Roma di Fonseca in una sfida apertissima nonostante la sconfitta per 2-1 della gara d’andata. Tutti i bookmakers, inclusi i più noti come Betway, vedono una gara aperta anche se, alla fine, dovrebbe passare la Roma.

Ten Hag sa quanto Fonseca sia un osso duro, ma è ottimista. “Abbiamo imparato dalla gara d’andata. Abbiamo perso il primo round, ma abbiamo giocato bene e siamo ottimisti. Siamo arrivati molte volte in area, abbiamo lottato e domani faremo altrettanto”. L’Ajax si adatterà al gioco romanista. “La Roma potrà fare pressing in diversi modi, il nostro modo di giocare dipenderà anche dal loro. Dovremo adattarci”.

Il tecnico degli olandesi sa che la Roma è pericolosa in contropiede e cosciente che per l’Ajax fare due gol non sarà semplice. “Sì sono forti in contropiede, ma all’andata abbiamo concesso pochissimo e domani dovremo fare lo stesso. In casa o fuori si gioca in 11 contro 11 e il campo è delle stesse dimensioni. Dipende da noi, affronteremo la Roma con questo spirito”.

Gli ospiti sono coscienti che a Roma non sarà facile fare l’impresa ma Ten Hag non fa drammi. “Resterò all’Ajax anche in caso di eliminazione. Sono concentrato solo sull’Ajax, ho ancora un contratto per l’anno prossimo e qui sto benissimo. Sto costruendo la squadra anche in chiave futura. Siamo pronti a misurarci contro grandi avversari in Europa”.

La previsione dei bookmaker è per certi versi contraddittoria. Nella gara in Olanda i padroni di casa hanno tenuto a lungo la partita in mano, prima di sbagliare il rigore del 2-0 e subire il ribaltone della Roma di Fonseca. Per gli analisti gli olandesi sono avanti di poco nel pronostico. La Roma ha però due risultati buoni su tre e passa anche perdendo 1-0, per la regola dei gol in trasferta. Questa combinazione fa si che la Roma sia preferita in modo abbastanza netto rispetto all’Ajax. I bookmaker ipotizzano anche l’1-2 che porterebbe la sfida ai tempi supplementari. Ma il risultato giudicato più probabile è il pareggio 1-1. L’impresa di Amsterdam ha quotato la Roma che ha scavalcato l’Ajax nel tabellone quote sul trionfo finale ed è la quarta candidata dietro al Manchester United e al duo Arsenal-Villarreal.

La Roma e Fonseca sono carichi e puntano a vincere dimenticando la vittoria per 2-1 dell’andata. Si riparte dallo 0-0 con l’unico risultato in testa: la vittoria. Paulo Fonseca ha una sola strada in mente per conquistare la semifinale di Europa League: dominare. Contro l’Ajax e in palio una semifinale che vale tantissimo non solo per Roma ma per tutta l’Italia calcistica.

“E’ la partita più importante della stagione fino ad adesso” ammette Fonseca. “Sarà importante non pensare alla partita di Amsterdam, vogliamo vincere. La reputazione in trasferta dell’Ajax ci fa capire che il discorso non è chiuso. Dobbiamo giocare con concentrazione, servirà la partita perfetta. Loro sono una squadra che pressa alto, in molti momenti fa l’uomo a uomo. Sarà un momento della partita importante uscire dalla loro forte pressione, ci abbiamo lavorato e credo siamo preparati a questo. Fisicamente e mentalmente arriviamo molto bene alla gara, la squadra è molto motivata”.

“Tutti sappiamo che non possiamo sbagliare questa partita, dovremo essere concentrati e mentalmente equilibrati. Ad Amsterdam abbiamo avuto un momento di difficoltà in cui loro hanno segnato, ma la squadra è rimasta equilibrata e alla fine ha cambiato la partita”.

“Abbiamo preparato la nostra strategia di gioco. Il match sarà difficile, ma ci siamo preparati per non lasciare fare all’Ajax quello che vuole”. Non ci saranno Smalling e Spinazzola. Al posto dell’esterno azzurro, spazio al giovane Calafiori.