Premio Viterbo che studia: targhe e buoni acquisto alla libreria Fernandez

Una tradizione da rispettare da quando fu pensato ed istituito dal dottor Mario Moscatelli il “Premio Viterbo che studia”. La difficoltà per l’emergenza sanitaria che nell’ultimo anno ha cambiato la società, soprattutto scuola e vita quotidiana degli studenti. Dopo avere atteso un momento valido per incontrare dirigenti e gli allievi dell’ultimo anno che avevano conquistato il riconoscimento nel I trimestre dell’anno scolastico 2019/20, conseguendo la migliore votazione della classe. il Rotary Club ha trovato una strada alternativa per dare il giusto riconoscimento a 20 ragazzi e ragazze della Tuscia.

La via scelta dalla presidente Tartaglia e dal dottor Moscatelli, resosi ormai impossibile un incontro pubblico, è stata quella di consegnare alla Libreria Fernandez le targhe celebrative e soprattutto i buoni acquisto che gli studenti, ormai sicuramente avviati al percorso universitario, potranno spendere in libri e materiale di studio. Il Premio Viterbo che studia “Più giovani meritevoli, più futuro per l’Italia” è stato istituito dal Rotary Club Viterbo con il sostegno della Banca di credito Cooperativo di Roma ed è riservato agli studenti dell’ultima classe delle scuole secondarie superiori di 2° grado di Viterbo. allo scopo di stimolare l’impegno, far emergere il merito, premiare il risultato.

Saranno così i tre studenti degli istituti viterbesi Liceo Ginnasio “M. Buratti”, Liceo Scientifico “P. Ruffini”, Istituto Istruzione Superiore “F. Orioli”, Istituto Tecnico “L. da Vinci”, Istituto Tecnico Economico “P. Savi”, Istituto Magistrale “S. Rosa” (cinque in quest’ultimo caso per tre Ex Aequo) a raggiungere la libreria viterbese in via Mazzini 87, per ricevere la targa ricordo e il buono acquisto, da utilizzare subito o con calma, secondo la propria necessità. Questa comunicazione è utile anche per invitarli a farlo, fin da subito, pur considerando che saranno avvertiti dai propri istituti.

“Siamo davvero felici di poter premiare questi bravissimi studenti – precisano Simona Tartaglia e Mario Moscatelli – che attendono da tanto, pur conoscendo le difficoltà vissute negli ultimi 12 mesi, che hanno reso impossibile ogni incontro. Ringraziamo la libreria Fernandez che si è resa disponibile e ha anche contribuito come sponsor al premio in denaro. Non resta che augurare ai vincitori una buona spesa in cultura, che sia di ottimo auspicio per il loro futuro”.