Alla Roma ora per andare in finale di Europa League serve vincere 4-0

A Manchester contro lo United per la Roma è stato un incubo. La squadra di Fonseca esce sconfitta con un tennistico 6-2 che non sembra lasciarle speranze per la gara di ritorno all’Olimpico. Ma..mai dire mai! La Roma per andare in finale di Europa League tra una settimana all’Olimpico dovrebbe vincere 4-0. Dovrebbe quindi fare un autentico miracolo.

La squadra giallorossa è crollata nel secondo tempo, dopo avere chiuso in vantaggio per 1-2 il primo. Si è messa di mezzo poi la sfortuna. Fonseca ha perso per infortunio tre giocatori nell’arco dei primi 37 minuti: fuori Veretout, Pau Lopez e Spinazzola nell’ordine, e nonostante perdesse i pezzi la squadra di Fonseca, che a quel punto, a gara in corso, non poteva fare più cambi avendo esaurito i tre slot, era stata capace di non lasciarsi andare e di chiudere avanti, trascinata dall’ottima prova, fino a quel momento, dei veterani Dzeko e Mkhitaryan.

Nel secondo tempo il crollo, non c’è stata partita perché il Manchester United è entrato in campo animato da uno spirito diverso e ha avuto anche il merito di trovare subito il gol con il Matador Cavani. Poi l’uruguayano, match winner dei suoi insieme a Bruno Fernandes (doppietta anche per lui) ha colpito ancora, con la complicità dell’incerto Mirante. L’arbitro ha regalato un rigore ai padroni di casa, per un presunto fallo di Smalling su Cavani ma lo scontro è avvenuto fuori campo. A quel punto si era già capito che non c’era più partita e alla fine ha trovato gloria anche il giovanissimo Greenwood, subentrato a gara in corso.