Roma smart city 2030: tutte le strade portano al futuro

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha accolto, all’Auditorium Parco della Musica, i vertici di alcune delle più importanti aziende italiane, con l’obiettivo di illustrare la visione della città nei prossimi dieci anni e i progetti di sviluppo fino al 2030. All’incontro è intervenuto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

“Roma è una città su cui investire, in cui investire. Per questo stiamo lavorando alla trasformazione della nostra Capitale: vogliamo rendere la città orizzontale, intelligente, globale, inclusiva, sostenibile, verde, attrattiva, competitiva, condivisa. Per farlo stiamo sviluppando progetti per il territorio di lungo respiro in alcuni grandi settori fondamentali per il futuro della città. Questa giornata è dedicata alle imprese e ai lavoratori, motori che fanno crescere l’Italia intera. Partiamo da Roma: tutte le strade portano al futuro”, dichiara la sindaca Virginia Raggi.

L’incontro, coordinato dal consigliere della Sindaca per gli investitori nazionali e internazionali, Giuseppe Scognamiglio, è stato moderato dalla giornalista Daria Paoletti.

Al centro del dibattito i temi della trasformazione urbana e dell’inclusione sociale, della mobilità sostenibile e della transizione ecologica, dell’innovazione e digitalizzazione. Roma Capitale ha proposto un percorso che si svilupperà lungo i prossimi dieci anni attraverso tre tappe fondamentali: l’impiego delle risorse derivanti dal Pnnr (Recovery Plan), il Giubileo del 2025 e la candidatura a Expo 2030. A questo primo incontro seguiranno tavoli tematici con le imprese e le organizzazioni di settore, per condividere progetti e iniziative concrete.