La Roma di José Mourinho cade contro l’Hellas Verona del nuovo tecnico Igor Tudor

Arriva il primo ko stagionale e niente poker di vittorie consecutive in campionato. La Roma di José Mourinho cade contro l’Hellas Verona del nuovo tecnico Igor Tudor (subentrato a Eusebio di Francesco sulla panchina veneta). Sconfitta al Bentegodi per 3-2 (reti di Barak, Caprari e Faraoni per l’Hellas, Pellegrini e autorete di Ilic per la Roma), la Roma manca il sorpasso in classifica sull’Inter . Mou non fa drammi. “Niente da dire sullo sforzo, ma non ci siamo adattati bene al loro modo di giocare. Abbiamo perso tanti duelli individuali, adesso dobbiamo capire gli errori“.

“Conoscevamo le loro qualità – continua il tecnico -. Anche prima di cambiare allenatore avevano dato problemi alle squadre affrontate, era una squadra difficile da battere”. E sulle maggiori difficoltà incontrate in partita: “Ci hanno messo in difficoltà sulla fascia sinistra, ma conoscevamo la situazione. L’abbiamo interpretata male a gara in corso. A fine primo tempo stavamo vincendo 1-0 e ne abbiamo riparlato, non siamo stati colti di sorpresa dalla loro reazione. Dobbiamo avere più gioco davanti e vincere più duelli uno contro uno. Domani, a mente fresca, ci sarà modo di fare ulteriori considerazioni”.