RC moto obbligatoria e consigli utili per risparmiare

In termini di copertura assicurativa le due ruote, come le auto, non fanno sconti: sono tenute ad essere garantite da un’assicurazione che copra eventuali danni ai veicoli e alle persone in caso di incidente.

La RC moto, come la RC auto, quindi va accesa subito, appena si intende mettere su strada il proprio veicolo a due ruote.

Al di là dell’obbligo, stipulare una polizza sulla propria moto è utile anche a viaggiare più sicuri, proprio perché limita l’incisione dei danni occorsi alla moto e al conducente.

Il nodo della questione principale rimane dunque sempre lo stesso: come si può ottenere un risparmio?

Non sempre il costo della polizza dipende dalle offerte della compagnia scelta, quanto dai costi medi applicati nella propria zona di residenza o dall’esperienza sulle due ruote del centauro.

Quest’ultima può incidere notevolmente sul prezzo finale, specie se si è alle prime armi, a meno che non si usufruisca di una polizza familiare che permette di assorbire la classe di merito più vantaggiosa ricoperta nel proprio nucleo familiare.

Al netto di questi fattori oggettivi, si dovrebbe prestare attenzione alle condizioni proposte da ogni compagnia e alla dinamica Bonus-Malus che influisce anche sul costo della RC moto.

Da questa, infatti, dipende l’appartenenza a una classe di merito più alta o più bassa, in relazione alla propria esperienza di guida e, soprattutto, a uno stile di guida prudente e privo di incidenti che potrebbero far perdere classi di merito e innalzare visibilmente i costi.

Molte compagnie propongono offerte estremamente vantaggiose per i centauri, ma bisognerebbe stare attenti ai limiti posti per i massimali e la franchigia, che potrebbero comportare importanti esborsi da parte dell’assicurato in caso di danni al mezzo.

Effettuare una selezione, tre le compagnie più affidabili e storicamente accanto motociclisti, come Genertel, per la stipula dell’assicurazione moto, è un buon punto di partenza per ottimizzare costi e qualità del servizio.

Se è vero, da una parte, che la Responsabilità civile è obbligatoria per legge, inserire nel contratto le giuste garanzie accessorie può far ottenere risparmi importanti, nel lungo periodo.

Queste, infatti, sono estensioni della normale copertura, che garantiscono il mezzo anche al verificarsi di particolari eventi dannosi per la moto e il conducente.

Ne sono un esempio Minikasko abbigliamento, che tutela anche dai danni alla tenuta da centauro, Assistenza stradale in caso di avaria, oltre che incidente.

Ma possono essere opzioni interessanti anche la Rinuncia alla rivalsa da parte della compagnia, in caso di responsabilità dirette in un incidente, Bonus aiuto domestico, per beneficiare del rimborso delle spese in caso di assunzione di un collaboratore domestico nell’ipotesi di un’invalidità temporanea.