Effetti di fumo, hashish e alcol e predisposizione alla dipendenza

Per dipendenza da una sostanza o da un comportamento si intende un rapporto di subordinazione verso un qualcosa che sembra farci stare bene, ma in realtà ci danneggia e provoca conseguenze molto spesso devastanti per la salute del fisico e della mente. Si comincia sempre con la convinzione di avere la situazione sotto controllo, per poi finire alla sensazione di non riuscire a vivere senza l’uso e l’abuso di quella sostanza (fumo, droghe, alcol) o di quei comportamenti (gioco d’azzardo, ossessione per il sesso, per internet e così via).

Un aiuto per uscire dalle dipendenze

Grazie alle strutture presenti sul territorio nazionale, oggi è possibile curare la propria dipendenza, che sia da assunzione di sostanze o comportamentale. Entrambe sono disagi difficili da gestire da soli, senza l’ausilio di un programma terapeutico e dell’assistenza di esperti, soprattutto se si vuole uscirne definitivamente. In provincia di Ancona, a Piticchio di Arcevia, il Centro per la cura delle dipendenze San Nicola si occupa della disintossicazione, riabilitazione e sostegno al paziente fino al post-trattamento, grazie a una équipe altamente specializzata e a metodi e programmi di terapia scientificamente provati e all’avanguardia. La struttura è un’eccellenza italiana, riconosciuta anche all’estero, nel campo del recupero delle tossicodipendenze, da alcol, droghe, fumo, da gioco e sesso.

Nonostante siano molte le informazioni che girano soprattutto sul web e le campagne di sensibilizzazione al problema delle dipendenze, sono ancora molte le cose che non si conoscono su questo argomento. Ad esempio non tutti sanno che a provocare dipendenza dal tabacco e le patologie legate al fumo non è solo la nicotina, anche se è l’ingrediente più nocivo nelle sigarette. Durante la combustione del tabacco l’organismo assimila idrocarburi policiclici e colantrene, ovvero molecole pre-cancerogene che vengono trasformate in cancerogene dalle funzioni del fegato.

Cannabis, effetti del CBD e del THC

Anche relativamente al fumo della cannabis, la maggior parte dei consumatori non ne fa un uso consapevole, cioè ignora in che modo questa pianta genera determinati effetti. Degli oltre 400 alcaloidi contenuti nella cannabis, solo due sono responsabili degli effetti psicoattivi. Uno è denominato CBD o cannabinolo. A lui si deve la sensazione sedativa e tranquillante, mentre l’effetto euforico e allucinogeno è provocato dal THC, il tetra-idro-cannabinolo. A seconda della prevalenza di uno o dell’altro elemento, la reazione che il fumo produrrà sulle funzioni celebrali, sarà diversa. Succede anche che si confonda la cannabis con la marijuana o con l’hashish, entrambi derivanti dalle infiorescenze della canapa e con diverse modalità di assunzione e diversi effetti.

Dipendenza da alcol, diversa fra uomini e donne

Per quanto riguarda la dipendenza da alcolici, tutti sono consapevoli che le donne reggono molto meno l’alcol rispetto agli uomini ma i più ignorano il perché. È tutta una questione di metabolismo e di massa corporea. A pari età,  l’organismo femminile è più minuto di quello maschile, è minore la quantità di acqua corporea e i meccanismi che metabolizzano l’alcol sono meno efficienti. Quindi se a una donna è consentito bere massimo una o due unità alcoliche al giorno, un uomo se ne può permettere fino a tre. In gravidanza invece è imperativa la completa astensione dal bere alcol, assolutamente dannoso per lo sviluppo fisico e intellettivo del feto.

Fumo e alcol, combinazione fatale

L’assunzione eccessiva e incontrollata di tabacco o di alcol sono fra le cause più frequenti di tumori e altre patologie, soprattutto dell’apparato respiratorio, del sistema cardiovascolare e della circolazione sanguigna. Se combinate insieme, poi, queste due dannose abitudini faranno da accelerante di una situazione già compromessa.

Predisposizione a una dipendenza, i fattori che la determinano

Come si sviluppa una dipendenza? Siamo tutti a rischio allo stesso livello o esistono fattori che condizionano la propensione a una dipendenza? Secondo alcuni studi sull’argomento, l’indole caratteriale, il temperamento di una persona, unita alle circostanze culturali, sociali e ambientali in cui vive, possono determinare la predisposizione o meno a sviluppare una forma di dipendenza. Oltre a questo, ci sono quattro particolari atteggiamenti mentali per cui si può essere più portati all’abuso di sostanze e quindi diventare dipendenti da queste. Una di queste caratteristiche è la necessità di eccellere sempre, di primeggiare a ogni costo. Un’altra riguarda il bisogno di evitare situazioni spiacevoli e difficili da affrontare con le proprie forze. Infine, ci sono la necessità spasmodica di ricevere gratificazioni sociali e la ricerca di nuovi stimoli e di sfide sempre più eccitanti. Anche la genetica può dare spiegazioni sulla predisposizione alle dipendenze di un individuo, oltre al suo vissuto, la sua resilienza, la capacità o meno di affrontare le avversità e i traumi incrementano il rischio che si possa sviluppare una dipendenza da uso di sostanze.