Videosorveglianza: tutto quello che c’è da sapere

Gli impianti d’allarme possono essere integrati con la videosorveglianza per una maggior sicurezza e per un controllo costante. Installare videocamere non è difficile ma devono avere determinate caratteristiche per garantire la sicurezza. Quali sono queste caratteristiche e quali sono i componenti?

Caratteristiche generali

Ci sono alcune caratteristiche che devono essere comuni a tutti i componenti della videosorveglianza:

  • Videocamere alta risoluzione FULL-HD
  • Dual-stream doppio flusso
  • Motion detection (rilevatore di movimento)
  • Funzione audio bidirezionale
  • Led infrarossi per la visione notturna
  • Alloggiamento per scheda memoria SD card
  • Controllo motorizzato

Detto questo, scendiamo nel particolare per vedere i vari tipi di componenti.

Telecamere da interno

Sono le telecamere concepite esclusivamente per l’uso interno. Le più comuni sono le telecamere IP senza fili, gestibili da smartphone. La particolarità di questo prodotto è che, in qualsiasi momento, ci si può collegare, ascoltare e vedere quello che sta succedendo. La telecamera più interessante sul mercato, sia a livello di tecnologia sia a livello di costo, è proposta da Antifurtocasa365.it. Si tratta della Telecamera IP Cam-V senza fili con riconoscimento facciale. Una volta individuato l’intruso, inquadra il volto e ne segue i movimenti. Ovviamente, grazie all’app con cui gestisci l’allarme, potrai decidere quali informazioni ricevere e quali evitare. Il sistema di videosorveglianza interno può essere utilizzato anche per controllare, per esempio, i bambini che giocano in un’altra stanza, la nonna che riposa sulla poltrona e qualsiasi componente della casa che ha bisogno di un’occhiata.

Tra le telecamere da interno possiamo trovare anche quelle a batterie, ma attenzione: devono essere garantite per la lunga durata. Meglio scegliere le telecamere con batterie al litio ricaricabili che garantiscono un durata di molti mesi.

Telecamere da esterno

Anche in questo caso, tenute ferme le caratteristiche generali, dobbiamo puntare ad un articolo progettato per stare all’esterno, quindi più resistente e meno vulnerabile. Le telecamere devono essere a tenuta stagna per evitare che infiltrazioni di acqua o semplice umidità alterino il segnale e/o il funzionamento. Ovviamente devono poter funzionare anche in totale assenza di luce, quindi necessitano della dotazione di tecnologia a infrarossi che consenta una buona visibilità anche in piena notte.

Come per le telecamere interne, esiste la versione con batterie. Le caratteristiche devono essere le stesse indicate sopra: batterie al litio ricaricabili con lunga autonomia.

Videoregistratori

Un impianto di videosorveglianza senza videoregistratori è inconcepibile. Che cosa deve fare il videoregistratore? Quali caratteristiche deve avere? Per incominciare deve registrare in tempo reale, ma attenzione, ci si deve informare quante telecamere riesce a integrare. Ci sono modelli che registrano fino a 32 telecamere facendole vedere direttamente sul monitor TV. La comodità? Non serve avere un pc! Controllare sempre la memoria del NVR, meglio se con memoria espandibile, magari fino a 4 TB. La risoluzione è un’altra caratteristica importante per poter garantire immagini nitide: è consigliata una risoluzione fino a 1080p.

Le caratteristiche di un buon impianto di sorveglianza e videoregistrazione sono molto importanti e vanno rispettate se si vuole un sistema utilizzabile in qualsiasi situazione e condizione.