20 Aprile 2024
Cultura e Società

Pathway nuovo album di Giulia Meci

Giulia Meci è una cantante e autrice, ma soprattutto è una musicista curiosa, aperta alle sperimentazioni e alla continua ricerca di contaminazioni. Questi aspetti del suo carattere convogliano ed emergono in Pathway, album di debutto come band leader uscito da pochi giorni.

In questo lavoro Giulia utilizza la forma del classico quartetto jazz (con Davide Nicodemi al pianoforte, Pippi Dimonte al contrabbasso, Federico Occhiuzzi alla batteria) colorito da sonorità pop e ritmiche incalzanti che danno freschezza a tutti gli arrangiamenti; il grande equilibrio delle dinamiche e dei timbri, unito al costante e ricercato interplay, sono la guida e il tratto distintivo di questo progetto.

Composizioni originali che ripercorrono il trascorso musicale e personale della cantautrice bolognese che ci accompagna in un viaggio nel suo mondo emotivo e sentimentale. L’album si chiude con Seen, una melodia onirica composta dal sassofonista statunitense David Binney.

L’album è stato registrato, mixato e masterizzato da Mario Marcassa presso il CatSound Studio di Rovigo ed è disponibile su tutti i principali digital store Hearnow, Spotify, iTunes, Apple Music, Amazon Music, Deezer, Pandora ecc. Su YouTube è presente il video-live in studio della prima traccia Pathway che dà il titolo all’album e che potete ascoltare più avanti, sotto questa recensione.

Giulia Meci inizia fin da giovanissima lo studio del canto, del pianoforte e della chitarra, strumenti attraverso i quali si avvicina al mondo della composizione. Laureata con lode in Canto Jazz presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria (Rovigo) ha studiato sotto la guida di Diana Torto e Chiara Pancaldi. Ha poi continuato il suo percorso di perfezionamento stilistico seguendo seminari con diversi artisti tra cui Rachel Gould, Shawnn Monteiro, Kirk Lightsey, Albert Hera e Charo Martin, Claudia Tellini; non meno importante lo studio del bel canto con il maestro Miguel Angel Curti.

La curiosità verso sperimentazioni e contaminazioni, unitamente alla sua versatilità tecnica, la portano, negli anni, a collaborare con diversi progetti, dal jazz, al rock, al latin, alla musica etnica.

Come cantante e co-autrice del duo Paolo mi Doesn’t Play With Us debutta con l’album Reversal of Fortune (2017) per l’etichetta PMS, seguito da Muffled Heart Sounds (2020) entrambi accolti molto bene dalla critica indipendente. Con questo progetto ha modo di calcare i palchi di numerosi festival e club italiani. Ha collaborato inoltre con vari artisti tra cui Ken Stringfellow (The Posies, R.E.M. e Big Star), La Tarma, Alice Tambourine Lover, Giulia & i Malamanouche e tanti altri. Giulia è presente sul web con la sua Home Page www.giuliameci.com, su Instagram, YouTube Facebook.