26 Febbraio 2024
Auto, Moto, Trasporti

Auto in panne a Roma: come comportarsi e azioni da svolgere

È risaputo, il traffico della Capitale batte quello di tante altre città italiane e il caos che ne deriva è sicuramente altissimo. Riuscire a guidare a Roma senza vivere un certo tipo di nervosismo e di apprensione è francamente difficile, a causa dell’elevato numero di persone in auto e, conseguentemente, di incroci grondanti di auto e di strade super affollate. Per non parlare della possibilità che la propria vettura si fermi all’improvviso per un guasto al motore, al radiatore o a qualsiasi altra componente che porta a rimanere fermi.

In questi casi è importantissimo mantenere la calma e non farsi prendere dall’ansia, anche se intorno a sé c’è gran caos e abbondano anche gli utenti che suonano il clacson in attesa di passare. Per quanto la situazione sia certamente difficile e fastidiosa, sarà necessario comprendere come agire e come comportarsi per scongiurare possibili complicazioni per il proprio problema. Ma quali sono le principali azioni da svolgere nel caso in cui la propria auto in panne si fermi tra le strade di Roma?

Rivolgersi al soccorso stradale

Il panico può essere una logica conseguenza se ci si ferma per strada all’improvviso, ma sarà necessario essere lucidi e agire nella maniera più oculata possibile. La prima cosa che andrà fatta è rivolgersi al servizio stradale più vicino e immediatamente disponibile per risolvere il problema. Gli operatori possono intervenire a seconda della casistica non soltanto scongiurando possibili complicazioni, ma anche eliminando il fastidio per gli altri conducenti, che trovano la strada maggiormente occupata a causa della propria auto in panne.

Per questo motivo, se ci si rende conto che la propria automobile non va è inutile forzare la mano e tentare un’impresa impossibile: chiamando il servizio di soccorso stradale più vicino nella Capitale si risolverà parte del problema; nell’attesa, si potrà cercare di sistemare la vettura nella maniera migliore possibile, magari tenendola quanto più vicina ad un marciapiede o avvicinandola ad un’isola di sosta. Ovviamente, sappiamo che sarà difficile compiere movimenti con un’automobile che non funziona, per cui è importante fare il possibile senza arrecare danno a nessuno e tentando di agire in maniera sicura. Gli operatori del servizio stradale interverranno a seconda delle indicazioni che sono loro fornite: innanzitutto, infatti, andrà segnalata la posizione in cui la propria vettura si trova. Detto questo, se si segnala anche l’entità del problema i professionisti della Capitale potranno intervenire con mezzi adatti, come i carroattrezzi roma che sono pronti per ogni esigenza nella città e nella regione.

Come segnalare agli altri conducenti che la propria automobile è ferma

Una delle azioni più importanti da svolgere, quando ci si trova con l’auto in panne – soprattutto in città molto affollate come Roma – è segnalare l’incidente agli altri conducenti. In questo modo, si evitano possibili complicazioni che sono dovute a vetture che circolano troppo velocemente incuranti del problema. Per segnalare la propria automobile ferma sarà importante utilizzare uno strumento di cui è dotata la vettura nel momento in cui la si acquista, e che si ottiene insieme al cric e alla ruota di scorta: trattasi del triangolo di segnalazione, utile anche nel caso di incidente o sinistro.

Questo andrà posizionato in modo da essere visibile a 100 metri di distanza per gli altri veicoli e ad almeno 50 metri dalla propria vettura ferma, così da lasciare tutto il tempo utile per la frenata. Intanto, ci sono delle brevi indicazioni da lasciare anche al conducente del veicolo: innanzitutto, è sconsigliato stare fuori dall’auto, a meno che non ci siano problemi che riguardano perdita di liquido o possibile incendio per la vettura. In secondo luogo, bisogna evitare di mettere mano all’automobile per tentare di risolvere il problema; insomma, con giusta pazienza si potrà attendere che tutto si risolva al meglio grazie all’intervento di professionisti.