Cefaly Dual: un dispositivo medico contro il mal di testa

Il mal di testa è una patologia molto diffusa e si può dire che quasi la totalità delle persone soffrano almeno di un mal di testa al mese. Fortunatamente però la medicina e la ricerca non stanno a guardare, ma cercano nuove soluzioni per combattere le crisi di emicrania.

Tra i risultati più validi in questo senso c’è sicuramente il dispositivo Cefaly Dual che sfrutta la neurostimolazione. Vediamo meglio di che si tratta insieme al Professore Neurologo Fabio Antonaci.

Cefaly-Dual-un-dispositivo-medico-contro-il-mal-di-testa-fabio-antonaci-neurologo-1

 

Come funziona Cefaly Dual

La neurostimolazione consiste nella depolarizzazione delle fibre nervose attraverso impulsi di carattere elettrico. Tale effetto può essere ottenuto attraverso due modalità principali:

  • neurostimolatori sottocutanei
  • neurostimolatori transcutanei: elettrodi posti in superficie che lavorano in tandem con uno stimolatore esterno

La seconda variante è impiegata già nei centri di trattamento del dolore e ha diversi vantaggi tra cui la non-invasività e l’assenza quasi totale di effetti collaterali.

Cefaly Dual agisce proprio in maniera transcutanea influenzando i nervi sovra trocleare e sovra orbitario. Si tratta delle fibre nervose afferenti alla branca oftalmica del nervo trigemino. L’impiego di Cefaly Dual nel trattamento delle cefalee e nelle algie periferiche ha posto l’attenzione sul valutarlo come strumento utile a livello pericranico.

Cefaly Dual nelle ricerche mediche

6 anni fa lo studio controllato di J. Schoenen insieme ad alcuni collaboratori arrivava alla conclusione che i soggetti che seguivano la terapia con Cefaly otteneva un grande miglioramento per quel che riguarda il numero degli attacchi di emicrania. Inoltre, a corollario della prima conclusione, l’efficacia del dispositivo era maggiore del 26% rispetto ai farmaci placebo.

Nei primi mesi del 2019 sono state registrate le esperienze dei pazienti che utilizzavano Cefaly Dual durante gli attacchi di mal di testa. I risultati sono davvero incoraggianti in quanto circa il 35% delle persone era tornato in condizioni di salute ottimali, il 70% avvertiva un netto miglioramento dell’algia e il 45% non percepiva i sintomi che solitamente accompagnano l’emicrania: ipersensibilità alla luce e ai rumori, nausea.

L’evidenza scientifica più importante è che il Cefaly Dual ha un’efficacia altissima, ovvero pari a quella dei triptani: la differenza che ci fa sperare in meglio per il nostro futuro benessere è che però gli effetti collaterali sono molto più leggeri nel primo. Cefaly Dual porta solo un leggero formicolio riscontrato nell’area della fronte che risulta essere completamente reversibile.

Cefaly Dual: quando è indicato

Cefaly Dual è un dispositivo medico che può essere impiegato essenzialmente in due modalità terapeutiche:

  • Trattamento dell’emicrania: se il paziente soffre di mal di testa può attivare il programma non appena percepisce i primi sintomi legati alla patologia. La durata del trattamento è di 1 ora.
  • Trattamento preventivo dell’emicrania: se il paziente soffre di emicranie in maniera cronica il programma 2 è la scelta giusta, in quanto il trattamento quotidiano di 20 minuti serve a ridurre la frequenza delle crisi.

L’utilità di Cefaly Dual è massima nei casi in cui ci sono pazienti che non possono assumere farmaci perchè magari sono allergici, oppure perchè sono già assuefatti ai loro effetti. Una delle applicazioni ideali del dispositivo infatti è proprio quella durante la fase di disintossicazione da farmaci sintomatici.

Cefaly Dual: effetti collaterali e controindicazioni

Come già accennato gli effetti collaterali di Cefaly Dual sono davvero di entità minima e tutti facilmente tollerabili: in nessun caso sono state riscontrate casistiche gravi. Principalmente si possono verificare 5 effetti collaterali:

  • Sedazione: il dispositivo può causare sedazione e sonnolenza.
  • Reazione cutanea: arrossamenti localizzati dove viene tenuto l’elettrodo.
  • Algia: sensazione passeggera di dolore durante il trattamento che tende a scomparire con l’abitudine.
  • Cefalea post-trattamento: un effetto più raro degli altri che permane per poco.
  • Stimolazione residua: sensazione di formicolio nella zona dell’applicazione che può durare anche qualche ora. Non comporta nessun rischio per il paziente.

Oltre agli effetti collaterali vanno considerate anche le controindicazioni: vi sono alcuni quadri clinici che non permettono l’utilizzo di Cefaly Dual.

  • Se il paziente ha subito un trauma cranio-facciale recente.
  • Se sono presenti ferite a livello cutaneo nell’area in cui il dispositivo va a posizionarsi.
  • Se si soffre di nevralgia del trigemino.
  • Se si soffre di Herpes Oftalmico.
  • Se sono presenti altri stimolatori impiantati nel cranio.

Cefaly Dual rappresenta in ultima analisi una vera e propria rivoluzione nel trattamento del mal di testa.