Estate romana a Villa Ada fino al 4 agosto

Procede con grandi appuntamenti Villa Ada incontra il Mondo: il festival dell’estate romana che cantare la multiculturalità. La XXVI edizione è sotto l’egida di Dada srl e ARCI Roma all’interno del programma dell’Estate Romana promosso da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale, in collaborazione con SIAE.

Fino al 5 agosto si susseguono senza pausa gli eventi in programma nei due palchi della suggestiva cornice di Villa Ada: il Main stage e il Mini Dada, quest’ultimo nell’area a ingresso gratuito dove troverà ampio spazio il dibattito e il confronto con il mondo dell’associazionismo. Una finestra sul mondo dedicata ai grandi temi di attualità e costruita attorno a tre fili conduttori: pace, multiculturalità e sostenibilità ambientale.

Lunedì 15 luglio è la volta dei Nouvelle Vague

Si esibisce la band francese che ha conquistato il mondo con cover in chiave bossa nova di classici del punk e della new wave. Martedì 16 lo spettacolo “Mentre rubavo la vita”: Monica Guerritore e Giovanni Nuti cantano gli appassionati e dolorosi versi della grande Alda Merini. Mercoledì 17 il classic rock selvaggio dei Rival Sons. Giovedì 18 Madeleine Peyroux, la cantautrice statunitense che sfida i confini del jazz con il nuovo album Anthem. Venerdì 19 l’energia dei New York ska jazz ensemble; sabato 20 l’irresistibile rap crepuscolare dei Come_Cose.

Lunedì 22 luglio The Liberation Project

Il collettivo di musicisti internazionali si compone tra gli altri di Phil Manzanera (Roxy Music e Pink Floyd) e N’Faly Kouyate (Afro Celt Sound System e Peter Gabriel). Martedì 23 luglio i testi ironici e amari di Clavdio. Mercoledì 24, quattordici anni dopo l’ep “In the Reins”, tornano a unire le forze Calexico e Iron & Wine, due nomi di culto di quella scena americana sospesa tra folk, country e indie. Venerdì 26 luglio a dare il via al fine settimana l’esplosiva formazione cubana Grupo Compay Segundo de Buena Vista Social Club, a Roma per una delle due uniche date estive in Italia. Sabato 27 il gruppo americano indie rock dei Quasi sale sul palco con i Finley, la band di Lignano appena tornata con il nuovo disco “We Are Finley”. Domenica 28 i Nu Guinea arrivano con “Nuova Napoli”, una delle uscite discografiche più sorprendenti del 2018. Il 29 sale sul palco la celebre ironia dei Latte e i suoi derivati. Martedì 30 la carica di “neapoletan-funky” di James Senese Napoli Centrale travolgerà Villa Ada, per poi lasciarsi incantare mercoledì 31 luglio da Bohemian Simphony – The Queen Orchestra, le più grandi hit dei Queen interpretate da un ensemble di 40 artisti; e il 1 agosto lo scatenato reggae degli Easy Star All-stars.

Villa Ada – Roma incontra il mondo non è solo musica

Grazie a un’articolata programmazione nel “D’Ada Park”, l’area a ingresso gratuito del festival. Pace, multiculturalità e sostenibilità ambientale sono le parole d’ordine dell’estate 2019 attraverso il coinvolgimento di alcune prestigiose realtà associative nazionali e capitoline, tra cui Mediterranea – Saving Humans.

Durante il festival verranno presentati panel su quattro diverse tematiche: migranti, conflitti, ambiente e donne, co-organizzati da Arci Roma rispettivamente con UNHCR – Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati; Un Ponte Per… Costruiamo ponti non muri; Terra! onlus; e AIDOS – Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo – onlus. Connessi ai temi dei panel, si inaugura inoltre un ciclo di presentazioni di libri e graphic novel che si sono saputi distinguere nell’editoria di denuncia.

Per la prima volta prende il via lo spazio Wellness

Previste lezioni di meditazione, yoga e fitness. Tornano anche in questa edizione le attività per bambini con il campus estivo il Giardino di Lulù e il circo della domenica pomeriggio ADA Circus. Si conferma la collaborazione con l’Associazione Roma Sotterranea per esplorare il Bunker Savoia; APS Progetto Forti porta alla scoperta del Forte Antenne; e Studio Nero presenta due workshop sul mondo della fonia. Per il tema green, partner speciale è iRyciclo Play; e si riconferma la no profit Yourban2030, che ha raccolto grande consenso e visibilità con il suo green murales Hunting Pollution a Ostiense.

Anche quest’anno torna il Mini Dada: il palco a ingresso gratuito su cui saliranno band emergenti della scena indipendente locale con concerti pensati dai circoli Arci Trenta Formiche e Poppyficio; e gli after party con le crew più di tendenza (tra i tanti: Borghetta, Scomodo, Italian Stail, Toretta). L’area free si caratterizza con presidi di street food di qualità, degustazioni e una trattoria di pesce e cucina vegetariana dove gustare alcuni piatti tipici della cucina tradizionale italiana.