Terremoto a Roma, un enorme boato e poi una scossa forte

Attimi di paura nella Capitale lunedì all’alba. Un enorme boato e poi una scossa forte. Si sono svegliate all’improvviso migliaia di persone alle 5:03. La terra ha tremato sotto Roma. In pochi minuti la sala operativa dell’Ingv è stata inondata di segnalazioni.

La magnitudo del terremoto è di 3.3. L’epicentro è a 5 km, in direzione sud-ovest, da Fonte Nuova, a nord di Roma, all’altezza dell’uscita 11 del Raccordo anulare, con profondità di 10 km. Ma il sisma è stato avvertito distintamente in tutta la città, dal centro storico alla zona sud. I vigili del fuoco e la Protezione civile non hanno ricevuto segnalazioni per il momento di danni a persone o cose, ma la paura è stata fortissima. Dopo alcuni minuti è stata una seconda scossa.

Migliaia i commenti su Facebook e su Twitter tra incredulità e spavento. Per chi non ha mai vissuto l’esperienza “dal vivo” del terremoto, è stato angosciante. La scossa è stata avvertita al punto che le persone sono scese in strada, hanno chiamato i centralini delle forze dell’ordine, hanno cercato conforto sui social network.