Inzaghi: mi arrabbio se qualcuno mi dice qualcosa su questo gruppo

Cristiano Ronaldo fa doppietta, Immobile su rigore nel finale accorcia, ma non basta alla Lazio di Inzaghi per tenere vivo il campionato. La Juve vince e conquista, quasi matematicamente, il nono scudetto di fila. La Lazio rimane a caccia ancora dei punti per la qualificazione matematica in Champions League. Il mister Simone Inzaghi, ai microfoni di Sky Sport, ha fatto i complimenti ai ragazzi. “Siamo venuti qui con tanti problemi, abbiamo fatto una grande partita di personalità. Il primo gol non lo commento, non ho visto le immagini, sul secondo c’è stato un errore in uscita. C’è dispiacere. In questo periodo l’episodio non gira a nostro favore, il palo di Immobile è stato clamoroso. La squadra è rimasta unita. Questa è stata la prima partita che ho avuto 5 giorni per preparare e anche sul 2-0 siamo rimasti compatti ed avremmo anche potuto pareggiarla. Volevamo prendere questo punto nel finale e festeggiare il ritorno in Champions”.

“Mi arrabbio se qualcuno mi dice qualcosa su questo gruppo. Abbiamo 14 punti in più dell’anno scorso, trionfato nella Supercoppa. Preparazione sbagliata? No, non c’è nulla di sbagliato nella preparazione che abbiamo fatto. Lulic e Leiva si sono operati e dovevano rientrare in un mese e mezzo, invece sono fuori da quattro. Non è colpa della preparazione. Avremmo potuto prestare più attenzione ai guai muscolari, ruotando un po’ di più. Ma non è affatto semplice. Mercato? Normale che mi piacerebbe tenere i top player. Giocando la Champions dovremo ampliare la rosa e, senza infortuni, sarà più semplice giocare”.