15 Aprile 2024
Cultura e SocietàSport

La Roma a Verona per i tre punti: c’è anche Edin Dzeko

Si parte letteralmente. La Roma di Paulo Fonseca inizia in trasferta e si è imbarcata dall’aeroporto di Fiumicino per portarsi a Verona. Un viaggio carico di attese e di aspettative. La squadra, come è possibile riscontrare anche su portali specializzati in scommesse sportive come babibet.net, parte favorita. Ma i veronesi sono degli avversari ostici da non sottovalutare. La Roma ha imbarcato anche Edin Dzeko. Sarà però la sua ultima trasferta con la maglia giallorossa. Il bosniaco rimarrà con la squadra, poi domenica ripartirà ma in direzione Torino per le visite mediche e per mettere nero su bianco con la Juventus. Mister Fonseca ha convocato anche Kumbulla, da poche ore in città, e Pedro.

La Roma a Verona inizia con gli uomini a disposizione ma è in attesa di novità sull’attacco con la definizione dell’acquisto di Milik e la partenza di Dzeko verso la Juventus. Contro l’Hellas Verona ci sarà Dzeko. “Edin è ancora della Roma e giocherà, così come Karsdorp. Difficile vedere Kumbulla, che è appena arrivato”. Su Smalling il tecnico ha ribadito: “Vuole tornare qui, nei prossimi giorni potremmo ritrovarlo”. Sarà un Verona aggressivo che venderà cara la pelle. “Non sarà facile, anche i top team hanno faticato contro di loro l’anno scorso. Dovremo uscire veloci nel recupero del pallone, perché l’Hellas è molto forte in quella situazione. E’ difficile fare ciò che solitamente facciamo negli altri incontri: ci dobbiamo adattare e affrontarli in modo diverso” ha ammesso Fonseca.

La Roma protagonista del mercato nella settimana dell’avvio del campionato

I tifosi giallorossi guardano a Verona, gara d’esordio nella nuova stagione di Serie A, ma l’interesse è tutto verso il mercato. Il club, dopo aver acquistato Kumbulla ha ottenuto anche l’ok di Arek Milik. L’agente del giocatore, Pantak, ha chiuso l’accordo con i capitolini. Al vertice hanno partecipato, oltre a Pantak, Guido Fienga, Gabriele Giuffrida e Ryan Friedkin, che ha operato in prima persona.

Friedkin si è speso in prima persona per definire due operazioni complesse e assicurare due giocatori importanti anche in prospettiva futura al club. Il neo proprietario ha dimostrato di fare sul serio. Appena arrivato il neo presidente ha cercato di studiare il mondo romanista e il calcio italiano. Ha superato la concorrenza laziale per Kumbulla, operazione che ha portato entusiasmo tra la tifoseria. Il secondo regalo è stato Milik, l’attaccante che avrà il compito di sostituire Dzeko e di guidare l’attacco della squadra di Fonseca. Il polacco ha già parlato con il mister. Interpreta il ruolo di centravanti in modo diverso da Dzeko, gioca molto dentro l’area e vanta una media gol eccezionale. Friedkin ha garantito che il mercato della Roma non finisce qui, vuole regalare un grande campione al popolo giallorosso.