Un derby firmato Lazzari, Immobile e Luis Alberto

In un venerdì speciale per la Città, La Lazio risponde presente. Si impone su una irriconoscibile Roma, vince 3-0 come nel 2019 e si rimette nella corsa verso il quarto posto in classifica. Inzaghi fornisce una lezione tattica a Fonseca. La Lazio ha teso una trappola ad una Roma spaesata e l’ha punita di rimessa vantando una condizione atletica migliore e idee di gioco. Un derby da dimenticare per Fonseca.

Il derby porta la firma di Lazzari, Immobile e Luis Alberto. Il primo ha vinto il duello in velocità con Ibanez. Il secondo, alla sesta marcatura nella stracittadina si è rivelato decisivo con la sua capacità di attaccare gli spazi e allungare la Roma. Il terzo ha messo il sigillo a una prestazione superlativa con una doppietta d’autore.

La Lazio al 14′ ha sbloccato il risultato. Su un altro lancio in profondità, Ibanez ha pasticciato nel tentativo di rinviare; ha mandato il pallone a sbattere contro Lazzari che ha smarcato in mezzo all’area Immobile, bravo stavolta a infilare il pallone di destro sotto l’incrocio. La Roma si è sbilanciata ancora e al 23′ ha subito il 2-0. Lazzari ha preso in velocità sulla destra Ibanez e, malgrado sia scivolato in area, è stato bravo a rialzarsi e a servire all’indietro Luis Alberto che con un tocco da biliardo a incrociare ha spedito la palla in rete. Un gol contestato dai giallorossi per una posizione di fuorigioco di Caicedo davanti a Lopez ma convalidato da Orsato dopo un consulto con il Var che ha ritenuto che l’attaccante biancoceleste non ostacolasse la visuale al portiere giallorosso.

I laziali hanno triplicato (67′) con un altro destro a giro millimetrico di Luis Alberto su assist di Akpa-Akpro, appena entrato al posto di Caicedo. La gara è finita qui. La Lazio festeggia: terza vittoria di fila e stracittadina in bacheca.