La Roma cade: terza sconfitta nelle ultime cinque partite

La Roma cade e per i giallorossi è la terza sconfitta nelle ultime cinque partite, un ruolino di marcia che mette in discussione anche la qualificazione alla nuova Conference League, anche perché all’orizzonte c’è il derby contro la Lazio.

Dopo 11 minuti l’Inter sblocca la partita. Darmian fa partire un cross preciso che cade sui piedi di Brozovic, bravo a bucare con il destro la porta di Fuzato. I giallorossi provano a riaprire la partita affidandosi a qualche tentativo di Pellegrini, ma a essere pericolosa è sempre la squadra di Conte,. I nerazzurri convincono e al 20′ trovano il momentaneo 2-0 grazie allo scatto in profondità di Lukaku che con un cross serve Vecino. L’uriguaiano questa volta non sbaglia e regala il secondo gol alla sua squadra. Al 31′ Mkhitaryan, dopo un’azione tutta in verticale da parte della Roma, sfrutta l’assist di Dzeko per dimezzare lo svantaggio.

Nel secondo tempo la Roma scende in campo con un piglio diverso e appare più propositiva, grazie soprattutto alle intuizioni dei tre giocatori che agiscono alle spalle di Dzeko. Ma è proprio il bosniaco a creare le due occasioni più importanti del secondo tempo. Al 57′ fa rimbalzare la palla sull’incrocio dei pali e un minuto più tardi si fa spedire in angolo da Radu un tiro pericoloso. A chiudere la carrellata di chance per i giallorossi ci pensa El Shaarawy che spedisce la palla al di sopra della traversa. Ma i ragazzi di Fonseca non trovano il pareggio e nel finale vengono beffati dall’Inter in contropiede, finalizzato da Hakimi che attira il portiere su di lui e regala a Lukaku un pallone facile per il gol del definitivo 3-1.