1 Dicembre 2023
Medicina, Salute, Benessere

Boom di recinti per bambini nelle famiglie romane: è la soluzione migliore per lasciarli giocare in sicurezza

Sono cambiate le abitudini sia dei dipendenti pubblici sia di quelli privati romani. Sempre più telelavoro. In particolare le amministrazioni pubbliche, anche quando l’emergenza sanitaria è in attenuazione, stanno rivedendo la propria organizzazione favorendo il lavoro da remoto. Le ricadute sono molto rilevanti, soprattutto sul piano sociale. Le famiglie romane, al pari di tutte quelle italiane, sono alla ricerca di più spazi in casa, e devono fare i conti con i figli da crescere che sono sempre più tra le mura domestiche. Ma come stare tranquilli con un bambino che può scorazzare indisturbato e rischiare di farsi male? Basta installare dei recinti per bambini. Il recinto per bambini non è una sorta di punizione, bensì una misura di sicurezza.

Il recinto bambini permette loro di giocare all’aperto in libertà. Per tante famiglie creare un’area di gioco sicura è fondamentale così che il gioco non presenti occasioni pericolose. Il recinto per bambini permette la creazione di un ambiente sicuro, uno spazio speciale dove giocare. Naturalmete è molto importante l’aspetto della recinzione e la sua struttura. Serve che abbia distanze adeguate tra gli stalli per prevenire il rischio di intrappolamento degli arti. Le cerniere devono avere bulloni e viti a prova di manomissione. I cardini del cancello devono essere montati per evitare ulteriori rischi di intrappolamento. Il cancello per bambini deve assicurare uno spazio libero compreso tra 60 e 110 mm per ridurre la possibilità che un piede rimanga intrappolato sotto.

Altro aspetto importante riguarda le aperture che dovrebbero essere di un colore differente per aiutare i bambini / genitori ad evitare possibili paure legate al non essere capaci di trovare subito la via d’uscita. Le recinzioni in legno vanno verificate periodicamente per escludere la presenza di pali o paletti marci e quindi rischiosi per i bambini.

Chiaramente i recinti per bambini si possono acquistare nei negozi fisici per l’infanzia nelle aree giochi oppure online. Su bimbosicuro.info viene spiegato anche come realizzare un recinto per bambini fai da te. “Attenzione però, le recinzioni per i bambini, fai da te o meno, dovrebbero essere robuste, in modo che non si ribaltino se il bambino tenta di arrampicarsi” sottolineano i redattori del portale specializzato. “Ogni materiale ha le sue insidie, qualsiasi scelta tu faccia, dovrà essere comunque accompagnata da un occhio vigile sulle attività del tuo piccolo”. Tra i suggerimenti quello di realizzare il recinto per il bambino con i pallet. Ci vuole però tempo e pazienza. I pallet devono “essere installati uno per uno, con i montanti a T inseriti nello spazio tra le assi del pallet e piantati nel terreno per mantenere la recinzione stabile e verticale. Man mano che vengono aggiunti i pallet, vengono fissati insieme tra di loro con le viti”. Si ottiene così una recinzione forte e stabile. Per completare il montaggio si può applicare uno strato di vernice per renderlo ancora più bello o piantare fiori ed erbe nel giardino.