Serie A, Champions League ed Europa League, come vedere i match della prossima stagione all’estero

Il valzer dei diritti tv sulle partite di calcio della prossima stagione sembra ormai arrivato alla conclusione e, finalmente, possiamo iniziare a tirare le somme per quanto riguarda ciò che ci attenderà nel prossimo triennio di calcio.

Dunque, archiviata ormai definitivamente l’intera stagione calcistica 2020-21, mentre restiamo in attesa di EURO2020, è già arrivato il momento di pensare al prossimo campionato. Quindi, dove potremo guardare le partite di calcio in TV nell’annata 2021-22? Cosa succede se ci troviamo all’estero?

Rivoluzione Serie A: partite su DAZN e Sky

Come ormai tutti sanno, la vera novità e rivoluzione parte dai diritti della Serie A. Per la prima volta dopo più di un decennio, Sky non sarà più il principale broadcaster del campionato in favore di DAZN. Infatti, questa ha acquisito i diritti TV relativamente al prossimo triennio 2021/2024 e, per questo motivo, sarà proprio la piattaforma in streaming a trasmettere in diretta tutte le partite del campionato. Sky potrà trasmettere soltanto una piccola parte di questi incontri, ma in co-esclusiva.
Per essere più sintetici e schematici, la programmazione televisiva di ogni giornata di Serie A prevedrà che tutte le partite della Serie A saranno trasmesse su DAZN. Di queste, 7 saranno trasmesse in esclusiva dalla piattaforma digitale, mentre 3 saranno trasmesse in co-esclusiva con Sky.

Come vedere la Serie A e DAZN all’estero?

Per poter vedere la Serie A all’estero, dunque, si deve poter vedere DAZN. Dal momento che, come sappiamo,DAZN è una piattaforma in streaming, questa può essere vista ovunque. L’unico problema potrebbe essere dato dal fatto che in alcuni Paesi possono vigere leggi diverse sul copyright.
Fortunatamente, esistono delle VPN che possono darci una mano dal momento che queste sono in grado di mascherare il nostro indirizzo IP connettendolo ad un server italiano.
In questo potrai continuare a vedere i tuoi contenuti preferiti anche dall’estero.

Champions League: tra Sky, Mediaset e la novità Prime Video

Un discorso più ampio dev’essere fatto per la Champions League che si dividerà in tre tra Sky, Mediaset e Prime Video.
Il principale fruitore della coppa dalle grandi orecchie resterà Sky che trasmetterà in diretta 121 partite delle 137 previste dal calendario. Partite che saranno visibili anche attraverso la piattaforma streaming NowTv.
Ci sarà poi Mediaset che potrà trasmettere in chiaro su Canale 5 ben 17 partite: queste includono il big match martedì sera e la finale. Ma Mediaset ha puntato molto sullo streaming, strappando alla UEFA un accordo per poter trasmettere su Mediaset Infinity ben 104 partite.
Infine,come abbiamo detto, la novità assoluta rientra proprio nell’ambito dello streaming con l’ingresso nel mondo del calcio da parte di Prime Video che avrà il diritto di trasmettere il big match del mercoledì sera.

Come vedere la Champions League all’estero?

Anche in questo caso dobbiamo capire come vedere Sky all’estero ed anche le altre piattaforme.
La soluzione più semplice ed immediata è quella che vi abbiamo proposto anche per quanto riguarda la Serie A: fare affidamento ad una VPN (ovviamente che sia legale) per poter celare il proprio indirizzo IP e far credere alla piattaforma di effettuare l’accesso dall’Italia.

Europa League e Conference League: l’esclusiva di Sky

Sky sarà senza dubbio il punto di riferimento per quanto riguarda le coppe internazionali per club dal momento che avrà anche l’esclusiva su tutte le partite di Europa League e Conference League per il triennio 2021/2024.
Si tratta, quindi, di ben 282 partite per ogni stagione di Europa League e la totalità degli incontri del nuovo torneo continentale che farà il suo debutto a partire dalla prossima stagione a cui prenderà parte anche la Roma. Tutti questi incontri saranno visibili, ovviamente, anche in streaming sulla piattaforma Now.

Come vedere l’Europa League e la Conference League all’estero?

Dal momento che queste sono visibili in esclusiva su Sky vale, ovviamente, ciò che abbiamo già detto precedentemente.