Roma alla fase a gironi di Conference League. Mou: cosa mi è piaciuto? mentalità, risultato e una volta in più empatia

Oggi arriva il sorteggio in Conference League per la Roma che è testa di serie. I giallorossi sono alla fase a gironi della nuova coppa europea grazie alla netta vittoria all’Olimpico. La squadra di José Mourinho, forte anche della vittoria in trasferta all’andata per 2-1, ha superato agevolmente il turno preliminare vincendo anche la sfida di ritorno contro il Trabzonspor: 3-0 il risultato finale. Roma che sblocca al 20’ con Cristante e che chiude i conti con Zaniolo, in lacrime per la rete, (65’) ed El Shaarawy (84’).

Al settimo cielo José Mourinho. “Cosa mi è piaciuto? Mentalità, risultato e una volta in più empatia, anche se in qualche momento la squadra ha avuto qualche difficoltà perché l’avversario era bravo, la gente capisce che c’è uno spirito giusto. E’ un peccato che il Trabzonspor non giochi nel girone di Conference, perché hanno qualità da Europa League. Se all’inizio del secondo tempo Rui Patricio non fa quella parata strepitosa la partita può cambiare. Il risultato è troppo pesante. E’ molto importante saper giocare quando si è in difficoltà ed è importante avere un portiere come Rui, perché la sua parata ha permesso alla squadra di resistere in un momento di difficoltà”.

“Il gol di Zaniolo? Gli ho chiesto se aveva bisogno di due giorni di vacanza e mi ha detto di no. Ovviamente non giocherà domenica, ma ha detto di voler venire con la squadra anche se non può giocare”.