Le mete turistiche da scoprire nel 2022

La voglia di tornare a viaggiare è davvero tanta e nel 2022 ci si aspetta un fortissimo aumento di viaggi internazionali rispetto agli ultimi due anni che, ovviamente, ha visto un picco nelle prenotazioni dei voli. Queste sono le mete che secondo gli esperti avranno un netto aumento di prenotazioni. Qualunque sia la destinazione, chi parte da Roma prenoti subito parcheggi fiumicino lunga sosta.

Canada – New Brunswick

Pare che i viaggatori andranno alla ricerca soprattutto di luoghi immersi nella natura e perciò una delle destinazioni più gettonate sarà il selvaggio Canada. Nella provincia di New Brunswick, situata nella parte orientale del Canada, la natura è davvero mozzafiato con paesaggi pressoché incontaminati, è la destinazione ideale per chi ama il trekking; da provare è il sentiero Nepisiguit Mi’gmaq Trail che segue la rotta dei nativi americani lungo il fiume Nepisiguit fino alle montagne più alte dell’area. Sempre in zona, è davvero incantevole la Baia di Fundy, altra attrazione naturalistica del Canada.

Germania – Valle della Ruhr

Chi ha un po’ di reminiscenze della storia europea, sicuramente si ricorderà della regione della Ruhr. Per secoli è stata la più grande zona industriale d’Europa grazie alla ricchezza di carbone ma oggi è tornata al centro dell’attenzione grazie alla sua riqualificazione. Infatti, oggi fabbriche e industria sono state riconvertite in musei, teatri e spazi dedicati a cultura e turismo. Per esempio, nell’Essen la miniera di Zollverein è diventata un centro multifunzionale.

Cina – Monte Jingmai

La Cina si riapre al turismo dopo un periodo davvero duro. Lontano dai centri più popolari, la provincia Yunnan è famosa per il Monte Jingma. Si tratta di una delle mete emergenti del 2022 per chi è in cerca di cultura e storia. Si trovano qui le piantagioni del pregiatissimo tè Pu Erh che probabilmente diventeranno patrimonio Unesco. Partiva da qui l’antica via del tè e dei cavalli verso l’India.

Belize – Maya Forest Reserve

Il piccolo stato del Belize in America Centrale è una zona che richiamerà molto turismo in quest’anno appena iniziato. Nella zona nord ovest del Paese si trova la Maya Forest Reserve, un’area di oltre 200 mila acri di foresta tropicale protetta. È degna di nota perché una delle più ricche di biodiversità sull’intera faccia della terra. Moltissimi sono gli animali in via d’estinzione che hanno il loro habitat naturale proprio qui in Belize come il tapiro, simbolo del Paese.

L’arcipelago di Palau

Ovviamente, nelle destinazioni più gettante nel 2022 non poteva mancare un vero e proprio paradiso in terra. Si tratta di Palau, un remoto arcipelago dell’oceano Pacifico che si presente da solo: acque cristalline e sabbie dorate in un paesaggio da cartolina. Palau per proteggere il suo patrimonio naturalistico, ha istituto un santuario marino che copre tutte le sue 183 mila miglia quadrate, diventando una delle aree marine protette più vaste al mondo. Lo scopo è di salvaguardare le numerosissime specie di pesci e coralli, tra i quali molti sono endemici della zona.