Bando da 3 milioni per “Lo spettacolo dal vivo fuori dal centro – Anno 2022”

Dopo la firma dell’accordo di programma tra Roma Capitale e Ministero della Cultura, oggi è stato pubblicato da Roma Capitale il bando Lo Spettacolo dal vivo fuori dal centro – Anno 2022, volto alla valorizzazione del patrimonio culturale immateriale nelle periferie delle città mediante la realizzazione di eventi culturali di spettacolo dal vivo, nel corso del prossimo autunno-inverno. L’avviso selezionerà progetti di spettacoli dal vivo di musica, teatro, danza e circo da realizzarsi nelle aree periferiche di Roma, tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2022. Lo scopo è quello di rafforzare l’offerta culturale, promuovendo progetti artistici che favoriscano l’inclusione sociale e contribuiscano al riequilibrio territoriale e alla tutela occupazionale.

L’importo complessivo stanziato con l’avviso pubblico è pari a 2.891.621 euro per contributi a valere sul Fondo Unico dello Spettacolo (FUS) ed è destinato al rafforzamento dell’offerta culturale cittadina, valorizzando il patrimonio culturale immateriale delle periferie con spettacoli dal vivo anche di carattere innovativo, nel rispetto delle tutele occupazionali e dei contratti di categoria. I progetti di spettacolo dal vivo dovranno essere realizzati nelle aree periferiche individuate nell’avviso pubblico, con particolare riferimento al territorio di alcuni Municipi. Le risorse stanziate sono state destinate dal Ministero della Cultura a Roma Capitale in qualità di Comune capoluogo della Città Metropolitana.

Lo spettacolo dal vivo fuori dal centro – Anno 2022 è un bando pubblicato in attuazione dell’accordo di programma tra il Ministero della Cultura e Roma Capitale del 23 maggio 2022, nel rispetto degli indirizzi strategico-operativi di cui ai D.M. 430/2021 e 73/2022 e alla deliberazione della Giunta Capitolina n. 170 del 20 maggio 2022. Sono ammessi a partecipare soggetti finanziati nell’ambito del Fondo Unico per lo Spettacolo nell’anno 2021 o organismi professionali operanti nel settore dello spettacolo dal vivo da almeno tre anni, come risultanti dagli oneri versati al Fondo Pensioni lavoratori dello spettacolo. La scadenza per presentare proposte è fissata alle ore 12.00 del 2 agosto 2022.

La partecipazione all’avviso pubblico darà corso a una procedura di valutazione delle proposte progettuali presentat. Si formerà quindi una graduatoria di merito che consentirà l’accesso a contributi ai sensi dell’art. 12 della legge n. 241/1990, a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo dal Vivo. I contributi economici saranno erogati nella misura massima dell’85% della spesa preventivata dal proponente e comunque per un importo non superiore a 85mila euro per ciascuna proposta progettuale selezionata.

Qui l’avviso pubblico.

“Le ingenti risorse che mettiamo a disposizione del mondo dello spettacolo dal vivo di Roma, grazie all’iniziativa del ministro Franceschini, ci consentiranno, in continuità con quanto avvenuto con il bando annuale per l’Estate Romana, di offrire un’ulteriore sostegno agli operatori del settore”, dichiara l’assessore alla Cultura Miguel Gotor. “L’obiettivo è rendere più stimolante e ricca la scena culturale della nostra città, con una particolare attenzione a chi vive lontano dal centro storico perché bisogna fare centro fuori dal centro”.