Uova di salmone Keta, il caviale rosso che arriva dall’Alaska

Ineguagliabile per gusto e qualità nella sua categoria, un caviale molto speciale al pari dell’origine ittica capace di attribuirgli caratteristiche semplicemente uniche.

Pensiamo al caviale e immediatamente si materializza nella nostra mente l’immagine di un armonioso accumulo di perline nere o dorate, sferici sogni inscatolati in confezioni deluxe. È un luogo comune che persiste nei neofiti o in chi si sta timidamente avvicinando al comparto gastronomico senza un solido bagaglio conoscitivo.

Non soltanto lo storione ma anche il salmone è in grado di generare uova prelibatissime, le cui sfumature dall’arancione fino al rubino valgono loro la denominazione di “caviale rosso”. In Giappone lo si conosce come Ikura ma universalmente è salito alla ribalta con altra nomenclatura: Keta, a indicare più nel dettaglio una specie di salmone (onchoryncus keta) che popola le acque della fredda Alaska.

Nel tempo ha raggiunto una fama enorme ergendosi ad alimento pop di straordinaria versatilità.

Un caviale raffinato dall’aperitivo all’antipasto

Il caviale di salmone Keta dell’Alaska si compone di uova color ambra, di dimensioni varianti fra i 4 e i 7 millimetri, gemme dal sapore appagante che introdotte in bocca deliziano lingua e palato esplodendo con un caleidoscopico aroma oscillante tra il dolce e il sapido. Quest’azione particolarmente riempitiva e soddisfacente a 360 gradi è una prerogativa propria del caviale di salmone Keta Perunov Caviar – disponibile nei formati 100g, 200g, 500g e pack degustazione – il cui prezzo di vendita fissato dall’azienda è realmente competitivo, se pensiamo che al borsino il caviale rosso può raggiungere i 250 euro al kg.

Canadese, non pastorizzato e freschissimo, rappresenta un prodotto di altissima qualità, consigliato per agghindare antipasti gourmet e aperitivi che lo accostino ai blinis. Il sodalizio con sushi, sashimi e pesce crudo non abbisogna di presentazioni. Se poi vi si accompagna champagne brut d’etichetta, vino bianco pregiato tipo Chablis oppure vodka, allora l’opera d’arte è completa.

Gli abbinamenti possono prevedere altre tipologie di connubi a seconda della fantasia del consumatore, per cui anche pane tostato, uova di gallina o di quaglia e patate ben si coniugano a eleganti occasioni di assaggio.

Vale il medesimo discorso afferente al suo omologo nero: il caviale rosso si preleva dalla confezione tramite cucchiaino in madreperla, così da poterlo assaporare senza alterazioni provocate dal contatto col metallo.

Pesca del salmone Keta e selezione delle uova

Il salmone selvaggio di cui stiamo parlando – come detto – nasce, vive e prolifera in Alaska deponendo le uova ormai grosse e mature nell’arco di un breve trimestre, ovverosia da luglio a settembre.

Tanto dura la stagione di pesca, durante la quale le catture fruttano tonnellate di salmoni. Giunti in stabilimento, vengono eviscerati e le uova sgranate dalla membrana per essere sottoposte a selezione secondo colore, grandezza e consistenza. Dopo la salatura si stabiliscono i lotti d’eccellenza destinati al congelamento entro massimo due ore dalla pesca.

Il processo successivo concerne la distribuzione finalizzata alla vendita, che avviene principalmente sui mercati del web e su siti online specializzati come www.caviarhouse-perunov.it dell’azienda Perunov Caviar.

Proprietà e benefici del caviale rosso

Leggero, nutriente, ricchissimo di minerali e Omega-3, il caviale rosso si rivela una determinante scoperta gastronomica soprattutto per ciò che concerne le traboccanti proprietà a vantaggio dell’organismo. In Giappone le uova di salmone hanno da molti anni un ruolo fondamentale nella dieta del singolo, nella preparazione di sushi, sashimi, chirashi e gunkan, mentre nel Vecchio Continente la centralità del caviale di storione nel comparto ha ritardato l’introduzione del red caviar sulle tavole dei buongustai.

I benefici dell’alimento si devono in primis alla provenienza geografica del salmone Keta, abbondante nelle acque dell’Alaska, limpide, fredde, non inquinate e dunque ideali per favorire il ciclo riproduttivo della specie.

Uova di salmone Keta: tra gusto e salute, un piacere per il corpo e la mente

Sull’onda del pesce azzurro, il caviale rosso evinto dal salmone Keta registra un elevato contenuto di acidi grassi Omega-3 (è una delle tre migliori fonti alimentari di acido eicosapentaenoico e acido docosaesaenoico insieme alle uova di nasello e lompo) che per l’attività cerebrale è un vero toccasana.

I risultati a suffragio di quanto detto sono stati pubblicati sul Journal of Lipid Science and Technology, rivista scientifica di credito consolidato. Se poi poniamo in analisi tutto il resto, ci accorgiamo quanto importanti si rivelano queste uova per le complesse funzioni vitali del nostro corpo.

Cariche di proteine, contengono sostanze naturali che concorrono a ridurre il rischio di trombosi e malattie cardiovascolari. È inoltre risaputo che il loro consumo – soprattutto se costante – incentiva il corretto funzionamento del sistema immunitario combattendo il colesterolo cattivo LDL in modo da abbassarne i livelli nel sangue. A contrasto dell’eventuale insorgenza dell’arteriosclerosi intervengono i grassi polinsaturi.

Dati alla mano, il dipartimento Food Science dell’Università di Otago in Nuova Zelanda ha condotto accurate ricerche atte a dimostrare l’efficienza antiossidante del caviale rosso, un attivatore del metabolismo grazie alla vitamina B-12, tale da preservare il sistema nervoso e incentivare lo sviluppo di globuli bianchi e rossi. Infine, il caviale rosso si dichiara un antitumorale formidabile.

Sembra strano, ma in termini di apporto calorico non si paga dazio. Ribadiamo che le uova di salmone Keta si apprezzano per la loro leggerezza e digeribilità: 100g di prodotto equivalgono ad appena 200 calorie.