20 Aprile 2024
Sport

A Dublino la Roma sogna di riscattare la sconfitta di Budapest

Un’opera incompiuta va completata. José Mourinho, specialista di finali europee, ha mancato la vittoria a Budapest. Una sconfitta maturata nel peggiore dei modi. Basta andare a consultare i pronostici dell’epoca sul sito di scommesse bankonbet.net per comprendere quanto lo Special One fosse andato vicino ad alzare l’Europa League. Sarebbe stato un risultato eclatante, considerando la vittoria in Conference League sempre con Mou in panchina.

La Roma ha tutte le carte in regola per riprovarci ed arrivare in fondo alla finale di Dubino per riscattare la sconfitta di Budapest. Oltre a Dybala, ora il mister portoghese dispone di un Lukaku in più che, se in forma, può fare davvero la differenza. Non dimentichiamo che anche le prestazioni di Lukaku hanno trascinato l’Inter lo scorso anno nella finale di Champions. L’attaccante belga è criticabile perché può essere anche autore di prestazioni non all’altezza, ma è e rimane un top player che può fare la differenza e con un lampo cambiare le sorti di una partita. Lukaku poi insieme a Dybala forma una coppia esplosiva. Il belga sembra trovarsi davvero bene con gli argentini! Lukaku a Roma ha poi ritrovato uno dei maestri del calcio. Mou è un personaggio discusso ma si presenta e si conferma come un motivatore per la squadra e come un capo popolo per la tifoseria.

La Roma ha tutte le caratteristiche ed i numeri per arrivare in fondo alla competizione e riscattare la finale persa a Budapest il 31 maggio scorso. La sconfitta contro il Siviglia è stata immeritata. Dopo l’1-1 i giallorossi si sono arresi ai calci di rigore. La Roma ha poi capitolato di fronte ad un Siviglia specialista di Europa Leauge (gli spagnoli hanno collezionato il settimo successo nella competizione).

Scaramanzia a parte, la Roma mira alla finale della UEFA Europa League 2023/24 in programma mercoledì 22 maggio alle 21:00 alla Dublin Arena di Dublino, in Repubblica d’Irlanda. Lo stadio della capitale irlandese può ospitare più di 50 mila spettatori (in caso di finale saranno migliaia quelli romanisti). Alla Dublin Arena si svolgono le partite delle nazionali di calcio e rugby dell’Irlanda. L’impianto è stato inaugurato nel 2010. Lo stadio ospiterà la sua seconda finale di UEFA Europa League dopo quella del 2011 tra Porto e Braga.

Se in finale il risultato è in parità alla fine dei tempi regolamentari, si giocheranno due tempi supplementari da 15 minuti ciascuno. Se una delle due squadre segna più gol dell’altra durante i tempi supplementari, viene dichiarata vincitrice. Se il punteggio rimane in parità dopo i tempi supplementari, il vincitore sarà determinato dai calci di rigore. Il trofeo inoltre vale un posto nella fase a gironi di UEFA Champions League 2024/25, se non si qualifica attraverso le competizioni nazionali.