Pesantissima sconfitta della Lazio a Cluj nell’esordio stagionale di Europa League

Un ko che brucia per la Lazio a Cluj nella gara d’esordio stagionale di Europa League. Fatale la ripresa alla squadra di Simone Inzaghi. Come domenica a Ferrara, la Lazio subisce la rimonta nello sprint finale. Il vantaggio di Bastos arriva nella fase migliore dei biancocelesti. Poi dilaga il Cluj. Prima dell’intervallo il pareggio con Deac su rigore e poi il subentrato Omrani ribalta le sorti della gara.

Parte forte la Lazio. Al 25’, angolo corto di Berisha, palla a Jony che calibra un cross per la ginocchiata sotto porta di Bastos che sigla l’1-0. Il vantaggio spiana la differenza pure sul campo. Al 31’, raddoppio sfiorato: Lazzari calcia alto. Il Cluj è però in agguato e al 41’ arriva al pareggio con un rigore concesso per una trattenuta di Leiva ai danni di Djokovic, che lascia qualche dubbio. Dal dischetto Deac spiazza Strakosha.

Nel secondo tempo il Cluj parte con Omrani che rileva Traoré in prima linea. Il nuovo entrato crea il primo vero pericolo della ripresa. Al 6’, Bastos in controtempo e Omrani si presenta davanti a Strakosha ma conclude a lato, anche se di poco. Al 12’, nuova incursione a rete dell’attaccante del Cluj: pallone alto. La Lazio non riesce ad alzare il ritmo.

Al 30’, difesa della Lazio in tilt: Omrani timbra la traversa e poi di testa insacca dopo aver colpito il palo (Acerbi non riesce a liberare) e il Cluj festeggia il vantaggio. Al 35’ Inzaghi inserisce Lulic e Adekanye al posto di Jony e Bastos per passare al 4-3-3. Altra sostituzione nel Cluj: Culio per Paun. La Lazio non trova la lucidità per controbattere. Al 44’, il colpo di testa di Caicedo non inquadra la porta. Tra i romeni, Golofca sostituisce Deac. Arlauskis fa scudo su un tiro di piatto di Cataldi. Quattro minuti di recupero ma a festeggiare sono i padroni di casa.