As Roma agli Ottavi di Conference League: prima nel girone

Nonostante le difficoltà incontrate questa stagione, la Roma di Josè Mourinho è riuscita a qualificarsi per gli ottavi di Conference League. Molto importante la vittoria nell’ultimo turno contro il CSKA Sofia e il pareggio del Bodø/Glimt sul campo dello Zorya che hanno permesso ai giallorossi di arrivare primi nel girone, evitando gli spareggi in programma a febbraio. Sono state molte le scommesse sulla partita, con i principali bookmakers che davano per favorita proprio la squadra del portoghese. Non a caso gli utenti si sono fidati delle quotazioni, specialmente dopo aver visto le recensioni approfondite dei migliori casino online, portando a casa la propria personale vincita.

La partita

La Roma in trasferta prova a dare la svolta alla stagione. Si gioca allo Stadio Vasil Levski con Mourinho che fa riposare Rui Patricio, Mkhitaryan e Smaalling, rispolverando nuovamente la difesa a tre: Mancini, con la fascia di capitano, Kumbulla e Ibanez. A centrocampo, invece, regala una chance al giovane Bove, mentre in attacco stupisce schierando Borja Mayoral con Tammy Abraham, assente con l’Inter per squalifica. La coppia funziona alla grande e dopo i primi 15 minuti di gioco la Roma passa in vantaggio: l’ex Real Madrid al limite dell’area avversaria allarga a destra per Karsdorp che serve al centro Abraham che da due passi sblocca il match. La rete meritata di Mayoral presto arriva: Viña raccoglie lo splendido assist di Bove che trova Mayoral in area che di tacco sigla il raddoppio giallorosso. E di nuovo l’attaccante ex Real è protagonista nel finale del primo tempo con un’azione personale ma in area, solo davanti al portiere, spedisce altissimo di sinistro. Lo spagnolo è il vero protagonista del match che trascina i giallorossi al riposo sul 2-0

A inizio ripresa lo spartito non cambia. La Roma attacca e trova il tris con Abraham, autore di una doppietta personale: Karsdorp dalla fascia destra crossa al centro dell’area e trova l’attaccante inglese che, dopo uno stop di petto, di destro trafigge Busatto. Mourinho cambia e manda in campo Villar, poi Zaniolo – costretto a lasciare il terreno di gioco all’85’ per un fastidio all’adduttore destro – e Shomurodov per Bove, Abraham e Mayoral. Nel finale, però, la Roma rischia: prima Catakovic, su suggerimento di Bai, dal centro dell’area indisturbato supera Fuzato, poi in pieno recupero Wildschut infila il brasiliano con una conclusione dal limite per il 2-3 finale.

Il tabellino

CSKA SOFIA: Busatto; Galabov, Mattheij, Lam, Mazikou; Vion (63′ Catakovic), Muhar, Geferson; Yomov (46′ Wildschut), Caicedo (63′ Krastev), Bai.

A disp.: Evtimov, Turitsov, Donchev, Charles, Chorbadzhiyski.

All.: Mladenov.

ROMA: Fuzato; Mancini, Kumbulla, Ibañez; Karsdorp, Veretout, Cristante, Bove (56′ Villar), Viña; Mayoral (67′ Shomurodov), Abraham (67′ Zaniolo, 85′ Darboe).

A disp.: Boer, Mastrantonio, Ndiaye, Calafiori, Tripi, Diawara, Zalewski, Voelkerling Persson.

All.: Mourinho.

Arbitro: Nicholas Walsh. Assistenti: Graeme Stewart – Calum Spence. IV uomo: Colin Steven.

Reti: 15′ e 53′ Abraham, 34′ Mayoral, 75′ Catakovic, 93′ Wildschut.

 

Note: ammoniti Bove, Mancini, Vion, Kumbulla, Geferson. Recupero: 4′ st.