Come scegliere la migliore app per conoscere il partner

Nel 2022 è diventato ormai normale e accettato di buon grado l’uso di app di incontri per conoscere il proprio potenziale partner. Tutti noi siamo ormai stanchi di aspettare l’arrivo dell’anima gemella, dell’amore a prima vista. Non è più possibile ignorare che le app di incontri giochino una parte importante nella nostra vita amorosa. Fino a poco tempo fa, erano in tanti a credere che le app di incontri fossero uno strumento per gli emarginati, oggi la storia è diversa. La pandemia ha sicuramente “aiutato” la crescita di app e siti d’incontri ma ci sono anche altre motivazioni che spingono le persone ad affidarsi a questi servizi.

Abbiamo capito che siti e app di incontri possono essere un mezzo molto utile, che potenzialmente migliorano la nostra vita sociale. Infatti, le app di incontri sono principalmente utilizzate per conoscere una persona con cui aprire iniziare una relazione, incontri per sesso, uscite occasionali ma anche per aggiungere un nuovo amico/a alla nostra cerchia.

Gli algoritmi sono sempre più precisi nel mostrarci i potenziali partner maggiormente affini a noi e questo è sicuramente una buona notizia. Bisogna però fare attenzione a come scegliere la migliore app.

Non basta, infatti, che un’applicazione sia popolare oppure che sia la novità sul mercato perché faccia al caso nostro. Per esempio, qualche anno fa andava molto di moda l’app dal nome “Hater” che basava gli accoppiamenti tra due persone sulle cose che si odiavano. Ora “Hater” è sparita, non si riesce a trovare da nessuna parte.

Questo è solo un piccolo esempio per farvi capire che bisogna analizzare diversi elementi per scegliere la migliore app di incontri.

Come scegliere la migliore app di incontri

Le applicazioni, infatti, non sono tutte uguali: ci sono app adatte per i giovani adulti e altre per gli over 40. Alcune prediligono un abbonamento a pagamento, altre possono essere tranquillamente utilizzate anche gratis. Ci sarà poi da considerare la vostra area metropolitana: può darsi che nella vostra città venga scaricata e usata di più un’app rispetto a un’altra.

Un altro criterio importante è quello del proprio orientamento sessuale. Per gli utenti omosessuali, per esempio, Grindr e Her, ad oggi, sono le opzioni ideali per conoscere un potenziale partner.

Tinder resta èerò l’opzione più popolare e comune: è di fatto aperta un po’ a tutti ma tuttora rimane difficile avere “successo” in questa app senza pagare nessun tipo di abbonamento. Per chi non volesse spendere nemmeno un soldo, ci sono siti come Match che possono fare al vostro caso.

Le app più famose (oltre a TInder, esistono anche Lovoo oppure Meetic) hanno, sì, il vantaggio di essere sicure ma, allo stesso tempo, la competizione sarà alta visto che sono le app maggiormente usate.

Non abbiate, quindi, paura di sperimentare e usare più siti o app di incontri. La prima che vi capita sottomano potrebbe non essere quella adatta alle vostre più disparate esigenze. Soltanto con l’esperienza, e la curiosità, riuscirete a trovare il posto giusto dove incontrare nuovi partner.