Rifiuti. AMA assume nuovi operatori: 385 entro fine luglio e altri 270 entro l’anno

Si è svolto in Campidoglio un tavolo di confronto tra AMA, rappresentata dal direttore generale Andrea Bossola, l’Amministrazione Capitolina – rappresentata dal capo di Gabinetto Albino Ruberti – e le rappresentanze sindacali di Cgil Fp, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Fiadel. Al centro dell’incontro, la necessità di procedere a nuove assunzioni e la rapidità di esecuzione delle procedure di immissione in servizio, per colmare il gap esistente tra esigenze sul territorio e il numero attuale degli operatori. Si è inoltre parlato del rinnovo dei mezzi e dell’autonomia impiantistica a cui dovrebbe arrivare Ama nei prossimi anni.

L’incontro ha registrato la piena convergenza di Campidoglio, AMA e sindacati sulla necessità di nuove assunzioni, che saranno 385 entro la fine di luglio e altre 270 circa entro la fine dell’anno. Infine si è registrata l’unanime volontà di stesura di un Patto per il Decoro che impegni Campidoglio, azienda e sindacati ad attuare le azioni necessarie per portare il servizio nella Capitale a standard più elevati di pulizia e cura del territorio.