La marcatura nell’industria automobilistica

Le ragioni per cui l’industria automobilistica etichetta i prodotti sono molteplici. Ad esempio, il marchio individuale di ciascun dipendente consente di identificare l'”autore” del prodotto. I timbri di garanzia della qualità vengono utilizzati anche per contrassegnare i prodotti che hanno superato i test richiesti. I prodotti che non sono conformi agli standard richiesti dalla legge o dai regolamenti interni dell’azienda vengono etichettati come “difettosi”. Ogni prodotto deve inoltre recare un marchio che ne identifichi il produttore.

Perché è necessaria la marcatura degli assiemi e delle parti

Con l’aumento dei volumi di produzione dei veicoli, i requisiti di qualità sono aumentati a dismisura. Oggi è necessario controllare ogni fase della produzione di un singolo pezzo e dell’assemblaggio dei futuri componenti del veicolo. I moderni metodi di marcatura consentono di ottenere rapidamente le informazioni necessarie su eventuali errori nell’assemblaggio di un particolare componente. Questo è necessario perché i requisiti stabiliti dalle autorità di regolamentazione statali e dai consumatori sono elevati e il costo dell’errore è troppo alto.

C’è un altro motivo per cui i moderni metodi di etichettatura per l’industria automotive sono più adatti alla realtà odierna. Oggi è diventato molto popolare far riparare l’auto da “garagisti” piuttosto che da officine certificate. Si spiega, infatti, che il costo dei servizi di tali “maestri” è molto più basso rispetto a quello dei centri accreditati. Molto spesso, però, i maestri d’officina utilizzano pezzi di ricambio contraffatti a scopo di lucro, il che può portare a spiacevoli conseguenze. Le moderne tecniche di etichettatura aiutano a proteggere il consumatore dai prodotti contraffatti.

Come possiamo vedere, i metodi di marcatura come i tag, il branding e altri sono irrimediabilmente obsoleti. Pertanto, le case automobilistiche stanno sviluppando e implementando i propri sistemi di identificazione dei prodotti. I sistemi di identificazione utilizzati per risolvere questi problemi si basano sulle norme ISO (International Organization for Standardization), che implicano la conformità delle informazioni sull’oggetto. La differenza principale tra la nuova tecnologia di marcatura e quella utilizzata in precedenza è che il periodo di conservazione delle informazioni su ciascun prodotto è notevolmente aumentato.

produzione auto

Quali sono i requisiti di etichettatura per i prodotti automobilistici?

Oggi sono già stati stabiliti requisiti uniformi per l’assemblaggio dei veicoli. Tra questi vi sono i seguenti punti:

  • mantenimento delle caratteristiche di identificazione durante il periodo di garanzia,
  • Conservazione dei dati nelle effettive condizioni di lavoro del gruppo (la marcatura deve essere resistente alle alte temperature, agli ambienti aggressivi, all’abrasione e all’insolazione).

Le informazioni sui componenti del prodotto devono essere chiaramente riconoscibili con mezzi automatici. Inoltre, non è stato possibile copiare i dati di identificazione e trasferirli su un prodotto non conforme agli standard di qualità. L’elenco dei requisiti per ogni componente del veicolo viene definito individualmente e poi concordato dai reparti di produzione e di qualità, prima di essere incorporato nelle specifiche e in altri documenti.

Il metodo più comune per l’identificazione tecnica dei veicoli è l’uso di etichette a trasferimento termico. Le etichette sono realizzate con materiali polimerici che possono assumere qualsiasi forma se esposti al calore. In generale, questo tipo di marcatura riporta le seguenti informazioni:

  • logo del produttore,
  • il numero di disegno dell’assieme,
  • il numero di articolo individuale e la data di produzione.

Tutte le informazioni sono stampate sulle etichette con stampa a trasferimento termico. Alcuni dati vengono stampati come codice a barre.

La maggior parte dei componenti principali dei veicoli è esposta a temperature elevate, ambienti chimici aggressivi, ecc. durante l’assemblaggio o il funzionamento. Tali collegamenti sono contrassegnati da materiali Brady. Questi materiali sono progettati per proteggere in modo affidabile le informazioni richieste da danni prematuri. È inoltre importante che i materiali Brady abbiano la funzione di proteggere i prodotti dalla contraffazione o dal furto. Ad esempio, se un intruso tentasse di rimuovere l’etichetta da uno dei componenti del veicolo, questa potrebbe staccarsi o frantumarsi, rendendolo inadatto al riutilizzo.

Il processo di marcatura dei cablaggi dei veicoli merita un’attenzione particolare. Oltre ai requisiti sopra descritti, il supporto dati deve essere resistente ai danni meccanici. Questo per garantire che la marcatura non venga accidentalmente distrutta durante i lavori di manutenzione o riparazione del veicolo. Di seguito sono elencate alcune delle tecnologie di marcatura più diffuse in tutto il mondo.