I piatti tipici romani: una vera delizia per il palato

Visitare Roma vuol dire anche assaporare le pietanze tipiche del luogo, ovvero le ricette più note che da sempre vengono apprezzate e conosciute in tutta Italia e molte volte anche in altre parti del mondo. Andiamo a vedere quali sono i piatti tipici romani, quelli da assaggiare assolutamente durante un viaggio a Roma.

La gustosa carbonara

Passeggiare per Piazza di Spagna o Piazza Navona è un’esperienza esaltante per ogni turista, ma è anche stancante. Perciò, dopo una giornata in giro per la città, è una buona idea ricaricare le energie assaporando uno dei più amati piatti tipici romani: la pasta alla carbonara. In genere per la preparazione del piatto vengono usati i rigatoni, ma anche gli spaghetti vanno per la maggiore e risultano molto apprezzati. Questo piatto della tradizione romana è uno dei più amati.

I bucatini all’amatriciana

Un altro dei piatti tipici romani è quello conosciuto in tutta Italia come bucatini all’amatriciana. Il nome viene da Amatrice, la località in provincia di Rieti in cui è stata inventata questa deliziosa pietanza. A differenza della carbonara, che vede l’uovo come uno dei principali protagonisti del piatto, in questo caso i bucatini vengono conditi con un sugo al pomodoro contenente il guanciale di Amatrice. Navigando sul sito dell’app Framey, una risorsa ideale per chi ama viaggiare, si potrà trovare una lista di ristoranti a Roma in cui si potranno assaporare questo e tanti altri piatti tipici romani.

trastevere

Cacio e pepe

Quando il pecorino è di buona qualità, basta qualche grano di pepe e una buona manualità per creare una deliziosa crema da abbinare alla pasta. Ovviamente stiamo parlando della pasta con cacio e pepe: una delle pietanze della tradizione romana più amate non solo in Italia, ma anche in molte altre parti del mondo. Perciò, anche questo è uno dei piatti tipici romani da assaporare almeno una volta durante un viaggio a Roma.

La pasta alla gricia

Questa pasta in bianco è davvero gustosa e si può trovare praticamente in ogni ristorante di Roma. Si tratta di una pietanza tipica della pastorizia laziale, che viene chiamata anche “amatriciana in bianco”. In realtà è un piatto molto più simile alla pasta cacio e pepe, che però contiene il guanciale e una minore quantità di pecorino. La pasta alla gricia si può preparare con gli spaghetti, i rigatoni, le mezze maniche oppure i bucatini.

Altri piatti tipici romani da assaporare

Le pietanze della tradizione romana da provare sono tante e, oltre a quelle appena elencate, è sempre una buona idea assaggiare i rigatoni con la pajata (preparati con l’intestino tenue del vitello da latte), le pennette all’arrabbiata, il carciofo alla giudia o alla romana, l’abbacchio alla scottadito, i saltimbocca alla romana e i filetti di baccalà in pastella. Sono davvero strepitosi e assolutamente da provare anche gli gnocchi alla romana preparati con le uova e il semolino, conditi con parmigiano e burro e cotti nel forno.

Piatti tipici romani: alcune conclusioni

Come possiamo notare le pietanze da assaporare a Roma non sono poche e la maggior parte di esse viene realizzata con ingredienti poveri, ma genuini e saporiti, che insieme consentono di offrire esperienze culinarie uniche. Tra una visita ai Musei Vaticani e una passeggiata al Circo Massimo, fermarsi in un buon ristorante per gustare i piatti tipici romani è praticamente un must: è una vera e propria tappa da segnare nel proprio itinerario!