A Parma una Roma troppo brutta per essere vera

Una Roma irriconoscibile a Parma. La squadra di Fonseca esce dal Tardini rimediando un clamoroso 2-0 che rallenta le ambizioni Champions e rilancia le speranze di salvezza della formazione di Roberto D’Aversa.

La vittoria è stata meritata dai ducali. Per la Roma sconfitta bruciante nel gioco e nel risultato. Il Parma non conquistava i 3 punti dal 30 novembre, 2-1 in casa del Genoa. Il Parma la sblocca nel primo tempo sull’asse Man-Mihaila. Il primo sfugge a Kumbulla e porge un perfetto pallone al connazionale, che da due passi fredda Pau Lopez.

Nel secondo tempo, dopo che lo spagnolo ha salvato proprio su Man, ecco il raddoppio: Ibanez stende Pellè in area ed Hernani è glaciale dal dischetto. La Roma quasi non pervenuta. Un destro a giro di poco a lato di El Shaarawy, un tiro dal limite di Carles Perez deviato da Sepe. Qualche guizzo per la formazione di Fonseca.