Gli attori e registi romani più famosi che hanno vinto un Oscar

Il termine celebrità ha un significato leggermente differente rispetto a qualche decennio fa. Se a metà dello scorso secolo si utilizzava tale parola più che altro per definire tutti coloro che avevano un successo pazzesco nel mondo del cinema o della moda, come ben spiegato dal blog del casinò online Betway, ora le cose sono diverse.

Infatti, grazie al social network, ma anche alla diffusione del web e degli smartphone, è cambiato tutto, anche il concetto stesso di celebrità, che ora abbracci un gran numero di settori differenti. Roma è tra le città con più personaggi famosi e non è un caso, dal momento che la città eterna è sempre stato terreno fertile, in modo particolare, per registi e attori di grandissimo successo.

I romani che hanno vinto un Oscar

Sono numerosi gli attori e i registi che sono nati a Roma che, dal momento in cui esistono gli Academy Awards di Los Angeles, sono stati insigniti con la statuetta più nota e bramata in tutto il mondo.

In primo luogo, è impossibile non partire da una vera e propria leggenda del cinema italiano, ovvero Vittorio De Sica. In realtà, è bene specificare subito come non nacque a Roma, bensì a Sora, ma aveva un legame davvero speciale con la Città Eterna. Il mitico regista, ma anche attore, si è portato a casa la bellezza di quattro Oscar, sempre legati al riconoscimento come miglior film straniero. Le sue pellicole che sono valse la statuetta? Si tratta di “Sciuscià”, film girato nel 1948, “Ladri di biciclette”, uscito nel 1950, ma anche “Oggi e domani” del 1965 e “Il giardino dei Finzi Contini” del 1970.

Tra gli altri registi di grande spessore, romano doc, troviamo indubbiamente Elio Petri. Quest’ultimo portò a casa la statuetta degli Oscar nel 1971. Il suo film, 2Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”, si meritò l’ambito premio.

Sophia Loren e non solo

Impossibile non parlare anche di Sofia Villani Scicolone, in arte Sophia Loren. Nonostante fosse napoletana, dato che ha vissuto buona parte della sua vita a Pozzuoli, in realtà è nata in quel di Roma, il 20 settembre del 1934. Si tratta di una delle leggende del cinema italiana, e non è un caso se anche la meravigliosa Sophia Loren ha vinto la statuetta degli Oscar nel 1962. Il premio per il film in questione è stato quello come miglior attrice e la pellicola a cui tanto stiamo facendo riferimento si intitola “La ciociara”. Non solo, dal momento che quasi trent’anni più tardi ha vinto pure l’Oscar alla carriera, un riconoscimento che ben pochi artisti hanno ricevuto e che testimonia una volta di più la sua grandezza come attrice.

Altri due registi romani, ovvero Ennio de Concini e Alfredo Giannetti, si sono portati a casa, in compagnia del regista di origini genovesi Pietro Germi, la statuetta degli Oscar sempre nel 1962. Tutto merito della scrittura della sceneggiatura del film “Divorzio all’italiana”.

C’è un’altra artista romana che è impossibile non ricordare e che ha scritto la storia del cinema italiano in compagnia del marito. Stiamo facendo riferimento a Francesca Lo Schiavo-Ferretti, che è nata a Roma nel 1948. Si tratta della moglie dello storico scenografo Dante Ferretti. Ebbene, insieme al marito, si è portata a casa la bellezza di tre Oscar. Il primo come miglior scenografia per il film “The Aviator”, lanciato nelle sale nel 2005, senza dimenticare le statuette vinte nel 2008 e nel 2012, sempre come miglior scenografia rispettivamente per “Sweeney Todd” e per “Hugo”.

Infine, pure Vittorio Storaro, direttore della fotografia e romano doc, si è portato a casa tre Oscar, legati ai film “Apocalypse now”, “Reds” e “L’ultimo imperatore”.